martedì 27 marzo 2012

FIORI DI CILIEGIO e muri abbattuti

Mentre guardo il muro di porfido della cantina che cade sotto i colpi dei muratori, mi imbatto nella recinzione del cantiere che è stata colonizzata da teneri germogli e rami fioriti.
Non posso che rimanere inebetita del delicato profumo e dalla bellezza della natura che se potesse, se solo  fosse più cattiva, profondamente cattiva e vendicativa (a volte capita, purtroppo ...) , ci coprirebbe di fiori rami e germogli annullando la nostra nullità.
Il muro della cantina è caduto. Non serve così com'è, crea problemi, e va eliminato. Lascia lo spazio a un semplice muro.
Questa è la cruda sentenza. Che lascia un pochino l'amaro in bocca. Perchè quel muro mi ricorda mio suocero. Lui era così orgoglioso della sua cantina... è quasi passato un'anno, il dolore per la sua perdita si è attenuato. Ma manca lo stesso...un pochino, per sempre...il vuoto che ha lasciato è difficilmente colmabile...


prima                                                       dopo

E' come questo muro caduto, lascia un buco, che verrà coperto con mattoni, diventerà un muro semplice, piano piano nessuno si ricorderà del muro di porfido che era all'inizio. Così è la mancanza di una persona cara. Piano piano si ricorda solo com'era, e la leggera nostalgica che resta è l'unica sensazione, l'unica emozione.

... meno male che ci son i fiori che ci ricordano che le cose ritornano, rifioriscono, ricrescono e se impollinati e curati in maniera corretta, danno frutti dolcissimi...




...meno male....



4 commenti:

  1. Erika, in mezzo a tutti 'sti lavori, polvere, materiali, casino.. tu sei riuscita ad inserire una poesia :)
    I ricordi sono così, prendono la forma che preferiscono, e noi a volte ci attacchiamo agli oggetti pensando di tenerli vivi, ma i ricordi se ne fregano e si sfuocano ugualmente. Invece la natura no, la natura si ricrea da capo, come se il passato non importasse.
    E questi fiori danno serenità a guardarli :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono allibita pure io dalla capacità dell'essere umano,a cui io appartengo-per fortuna- di scoprire il bello in luoghi impensabili. MENO MALE... Grazie Elle!

      Elimina