venerdì 30 settembre 2011

Settembre e le QUATTRO S (pensieri e parole sentite, lette, pensate, dette nel mese di settembre

fidati! se sei così è proprio percè sta cambiando qualcosa....stanno lavorando...quando arriva la crisi bisogna sempre stappare lo champagne... A.A.


"lei cosa ha detto?"-"non era felice ma ha capito"-"questo è amore!"-"no! questo è il matrimonio: è diverso!"


La prova è ardua ma se saprai trasmutare l´energia bruta che ribolle in te, il piombo interiore diverrà oro e la luce tornerà a risplendere.


comunque sia ..... da scrittrice, madre, donna in carriera, moglie , sorella... sei proprio una POLI-amica!!!! D.M.


Proverbio turco : "Prima di amare, impara a camminare sulla neve senza lasciare impronte"


pidocchi


"Se subisci un'ingiustizia, consolati: la vera infelicità consiste nel commetterla".(Democrito)


Non camminare davanti a me
potrei non seguirti.
Non camminare dietro di me
potrei non sapere dove condurti
Cammina al mio fianco
e saremo sempre amici


Non pensarmi mai, se non ridendo…


Trovare non e' niente. Il difficile e' aggiungere a se stessi quello che si trova.


La luna porta sempre fortuna alle streghe!


Non possiamo dirigere il vento, possiamo solo orientare le vele.


Se non hai un sorriso, te ne darò uno dei miei!


Gabriele P. " Quando m'iscirssi a FB feci un torto alla mia intelligenza? Ne pagai lo scotto? Fibrillarono le mie certezze? RIMASI QUELLO CHE ERO. Con una piccola differenza, forse. Prima ero uno coglione solitario, ora sono spesso condiviso."


Il calabrone vola, ma pare abbia ali troppo piccole e leggere per sopportare il suo peso. Ma lui non sa . E quindi VOLA! così narra la leggenda del calabrone 
La forza di volontà è il vero traino della vita.


Mi piacciono le storie a lieto fine, perchè a volte vale la pena sognare. 


FEBBRE!!!!!


Il vero amico prevede il tuo bisogno, non aspetta che tu gli chieda aiuto.



Le uniche cose che ti appartengono davvero sono i tuoi sogni e la libera volontà di vivere la vita nel modo in cui desideri farlo. Tutto il resto lo prendiamo soltanto in prestito.


"Le persone starebbero meglio la mattina se ricevessero un bacio sul naso."
( Lucy di Charlie Brown)

Mira alla Luna e , se proprio non riesci a prenderla, afferra una stella!

Mai discutere con un idiota. Ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. (Oscar Wilde)


Chi ha un perchè per vivere, può sopportare tutti i come. ilsimplicissimus 


È noto che soltanto uno spermatozoo su circa trecento milioni arriva a fecondare l’ovulo da cui nascerà un determinato individuo; il che ognuno potrà giudicare se, nel suo caso, si sia trattato di un’incredibile fortuna o di una scalogna tremenda. [Giovanni Soriano - Finché c'è vita non c'è speranza]



"Bisogna avere un caos dentro di sè per generare una stella danzante." (Nietzsche) [IO SONO INCASINATISSIMA....HO UN FIRMAMENTO, UN INTERO CORPO DI BALLO!]

«La bellezza è verità, la verità è bellezza: questo è tutto ciò che voi sapete in terra e tutto ciò che vi occorre sapere".John Keats.



La verità è sparsa un po' ovunque. Dunque è importante saperla mettere insieme, come con i pezzi di un puzzle...

eccola, la mia borsa!

eccola! in effetti l'ho presa color cioccolata!
è meravigliosa
vorrei solo avere le occasioni adatte per portarla con onore...
ora mi applico e mi creo il copri spalla che costava troppo ma era delizioso e semplicissimo da fare ai ferri!
tiro fuori la mia femminilità e poi adesso arriverà l'autunno e non mi troverà impreparata!!!!!


GIRA L'ESTATE



Cosa guardi, tu guardi me
Non hai visto anche lui con me
Mentre stringi la mano lo guardi a fondo
Ma tu guardi tu vedi me
E non lo sai
Se ti volti ancora è finita
Se ti volti vengo li da te
Senza niente di buono da dire
Chiudo gli occhi e con le mie dita
Ti percorro, ti percorro se
Non ho niente di meglio da fare
Che restare a giocare
Gira l’estate mi gira un po’
Sui fianchi e sul viso
E’ un disco
Che mi comprerò
Gira l’estate sogno di te
L’amore perverso è un cerchio
Conto fino a tre
Conto fino a tre
Cosa guardi, tu guardi me
Vedi a lui non dispiace se
Se ci vieni a trovare
Quando ti pare
Guardi lui e poi guardi me
E già lo sai
Se ti volti ancora è finita
Se ti volti viene lì da te
Senza niente di meglio da fare
Che restare a guardare
Gira l’estate mi gira un po’
Sui fianchi e sul viso
E’ un disco
Che mi comprerò
Gira l’estate sogno di te
L’amore perverso è un cerchio
Conto fino a tre
Uno non parlare
Due non guardare
Tre baciare
Conto fino a tre
Gira l’estate mi gira un po’
Sui fianchi e sul viso
E’ un disco che ci suonano
Solo in estate quando si fa
L’amore all’aperto
E si vive in un’altra età
In un’altra età
Cosa guardo io guardo te
Cosa guarda lui guarda te
Togli quell’imbarazzo
E lasciati andare
Cosa guardo io guardo te

giovedì 29 settembre 2011

un 'altra stella in cielo

Ora una stella nuova brilla nel firmamento
In questo momento i tuoi amici si stanno ritrovando per commemorarti a modo vostro, nel modo che solo i giovani sanno fare
A noi più vecchi, più grandi, più saggi, più pesanti resta solo un vuoto profondo
Nel corso della mia vita, ho saputo , ho visto, ho toccato con mano il dolore della perdita di un amico morto troppo presto
Non che ci sia un momento giusto per morire, O meglio, nessuno sa quando è arrivato quel momento, e ci si augura di avere fatto, detto, pensato , costruito e lasciato il meglio , solo il meglio.
Perdere la vita troppo giovani lascia quel senso di incompiuto, di vuoto, di rammarico che è e rimane  incolmabile
Con l'andare del tempo c'è un continuo, costante mutamento di base, che ti fa progredire verso il tuo destino, ma il cuore e i pensieri per chi se ne è andato troppo presto restano attaccati a immagini, sensazioni, emozioni che si affievoliscono, ma non scompaiono mai!
    Ricordo quel ragazzo, frequentava la terza superiore, io ero in seconda, morto mentre scalava una delle sue amate montagne,. Ricordo le espressioni dei suoi compagni di classe, dei suoi amici, di chi era con lui in quel tragico momento.
    Ricordo i giochi , le battaglie tra bande di cortile fatte contro e insieme a quel ragazzo schiantatosi in auto a poche centinaia di metri da casa, mentre tornava dal turno di notte in fabbrica. Ricordo gli occhi di sua mamma che muta chiedeva a tutti di riportarglielo indietro.
      Ricordo gli occhi di quella bimba che giocava con mia figlia, che sfuggita al controllo della mamma è finita sotto l'auto di un'altra mamma all'uscita dell' asilo, mentre tutti si stavano organizzando per andare al cinema insieme. Ricordo il supplizio di tutti... ricordo i mesi in cui si piangeva e si provava pena per tutte  e due le mamme così lacerate nel loro dolore.
    Ricordo gli scherzi che mi faceva Martin al lavoro, gigante buono, che ha perso il controllo dell'auto sull'asfalto bagnato. Ricordo che ci dicevamo che se avesse avuto la cintura, forse sarebbe ancora qui, a cantare la canzoncina fastidiosa (Laura Pausini Non C'è) con la quale mi diceva che mio marito non era lì.    Ricordo la voce di sua madre, che urlava in chiesa la sua disperazione per avere perso quel figlio buono.
     Ricordo i riccioli biondi e gli occhioni della bimba a cui facevo al babysitter , che ormai divenuta donna , mentre parlava con il suo ragazzo si accascia a terra e muore a 20 anni ; ricordo con emozione la sua mamma che al funerale mi ha detto " TI ASPETTAVO...." lasciandomi senza parole e ancora adesso mi commuovo nel ricordarla nel suo dolore dignitoso. E per me è ancora straziante ricordare il suo papà, burbero e schivo, che urla CIAO mentre la portano via : la sua voce poteva far crollare una montagna, ma la sua bambina bellissima non sarebbe tornata indietro.
      Ricordo la notizia di poco più di un anno fa: é morto in un incidente banalissimo un ragazzino di 14 anni. Lo avevo conosciuto appena nato, in ospedale, io e la sua mamma eravamo in stanza insieme. Poi ha frequentato l'asilo con i mie figli. Quel funerale, dove i suoi amici hanno suonato e cantato  
lasciandoci tutti senza fiato e con il cuore gonfio di dolore. Oggi ho rivisto quella mamma a cui è stato portato via il figlio troppo presto. Ho rivisto quegli occhi azzurri come il cielo pieno di sole, con quel fondo di tristezza e sul suo viso la pesantezza della quotidianità resa quasi inutile da quella mancanza.
     Il caso ha voluto che l'ho rivista nei pressi della tragedia che ieri ha portato via un'altro giovane. Una fine tremenda ... e i suoi genitori, i suoi amici increduli, si chiedono inutilmente perchè...
non c'è un perchè 
non c'è ...
rimane solo il dolore, e la montagna di ricordi e emozioni
e con questi continuare a vivere....e sopravvivere
non resta altro...
E a noi che rimaniamo, veniamo colti da quel senso di terrore sottile, di impotenza, di sollievo bastardo nel veder ritornare in tempo a casa i nostri figli e li benediciamo in silenzio mentre le lacrime scendono copiose nel pensare alla disperazione di chi il figlio l'ha perso.
NON C'E' ALTRO



bliss sia

mercoledì 28 settembre 2011

...e meno male con non sono Donata!

A causa della vecchiaia e del cattivo uso dei miei muscoli e delle mie articolazioni, vado a fare fisioterapia, diretta conseguenza delle mani del fisiatra di luglio e  dei suoi aghetti...( sospiro....)
Mi sono iscritta in un centro di fisioterapia a quel tipo di ginnastica che dovrebbe aiutarmi a recuperare il controllo di questo ammasso di morbidezza che mi ritrovo.
Il fisioterapista è un tipo che ti mette a tuo agio, in ogni caso, piuttosto simpatico e attento alla tua personalissima esigenza.
Ci sono andata una prima volta e ero agitatissima! Mi trovo sempre agitata a mettermi a fare sforzi o a cambiare postura o a mettermi in certe posizioni.
Io e il mio corpo siamo due entità che viaggiano su universi paralleli.
Ho una percezione di me molto diversa dall'immagine che vedo riflessa nello specchio che è sempre piuttosto deludente e triste...eh sì...ovvio alla cose con il mio continuo autoderidermi, ma anche se fossi , che so, Mag Rayan, credo che non troverei niente di bello in me....ho proprio un cattivissimo rapporto con sto corpo.
Ma state sicuri, che se non fossero tutti questi piccoli, grossi acciacchi, mi accetterei così: DIVERSAMENTE MAGRA e MORBIDOSA.
Proprio i malesseri mi spingono a recuperare per star meglio. La prima volta è andata, tra una risata e una battuta , direi piuttosto bene...
Sono tornata una seconda volta.
Il fisioterapista mi vede arrivare , lo saluto e lui contraccambia con un gran sorriso e un :" BEN ARRIVATA DONATA!"
Lì per lì, sto zitta e mi cambio, pensando che forse ho capito male.
Mi fa iniziare con la cyclette e mi dice il mio programma e finisce la frase con DONATA.
Allora gli faccio notare che non mi chiamo Donata, lui si scusa con una battuta e inizio a pedalare e finisce tutto lì.
APPARENTEMENTE
Dopo aver finito con la cyclette mi fa fare altri esercizi che dovrebbero far funzionare meglio il tutto.
Scherziamo, lavoro, sudo, maledico l'esercizio che sto facendo... insomma tutto nella norma.
Poi, sopo una mezz'oretta, arriva una signora piuttosto in là con gli anni, bassa, grassa ( più di me, molto di più), con pochi capelli cotonatissimi in testa e di color rosso mogano acceso con menches rosso scuro e aranciate.
Si mette sulla cyclette, pedala, e tenta di fare conversazione, mentre io sto scoppiano lavorando a un macchinario terribile, ansimo e gemo emettendo qualche parola.
Lei finisce sul suo riscaldamento, scende dalla cyclette e mi passa davanti, dirigendosi verso altri attrezzi.
Indossa un paio di leggins dilatatissimi e molto aderenti, da cui escono, tra l'altro,  due polpacci enormi, cicci e piani di bitorzoli cicciotti, il suo sederone sembra quelli degli ippopotami di Fantasia .
E in quel preciso istante, mentre la soppeso, in ogni senso, il fisioterapista le parla dicendole: "DONATA, VAI E FAI QUESTO MOVIMENTO..."
Io non sento più quello che le sta dicendo. Io mi soffermo in modo speciale sul suo nome: Donata!

Che è un bel nome, colei che è un dono, porta un buon significato e è di buon auspicio.
Ma poco prima il fisioterapista, che improvvisamente trovo meno simpatico, mi ha chiamato come lei, mi ha confuso con lei. Un brivido mi corre lungo la schiena, non so se è perchè sto sudando, manco fossi in una sauna, o se è perchè mi sono sentita scambiata per quella caricatura di donna.
Avevo voglia di andare dal fisioterapista brillante come la nebbia in val padana  e dirgli di cambiare le lenti degli occhiali e di leggere meglio le informazioni che ha su quel benedetto computer!
Insomma !!! Già ho poca stima di me, ma vedersi scambiare per un ippopotama non è proprio quello che si dice un colpo di fortuna ! Ci ho messo un pò, ho messo tutta la mia frustrazione e rabbia nel fare gli esercizi e ho negato l'evidente dolore che provavo al ginocchio, pur di dimostrare a me stessa che IO SONO MOLTO DIVERSA DA DONATA! 
Poco dopo, mi sono detta, "...e meno male con non sono Donata!", poco convinta, però....





martedì 27 settembre 2011

storia alternativa

Ieri sera nella solita riunione programmatica della Consulta , è arrivato un personaggio!
Esperto in storia, ma quella BELLA, quella raccontata che resti a bocca aperta!
altro che quella noia che ci propinavano a scuola!
Di quella ricordo a malapena qualche nozione, che collego alla storia dell'arte del mio amatissimo professor Pietro Marsilli. Come lui nessuno, lui e la sua ERRE moscia, lui che raccontava aneddoti raccapriccianti o piccanti su qualche artista, lui che entrava in classe e imponeva l'"OSCURAMENTO" per la visione delle diapositive e alcuni di noi potevano dormicchiare, altri (io, per esempio) che prendevano appunti golosamente. Pochi insegnanti lasciano il segno, lui è uno di quelli! Insieme al professor Gianni Mosna, gran figo, nonostante il capello bianco e il labbro leporino che lo rendeva bello e dannato. Lui non ha saputo trasmettermi il suo amore per la letteratura, ma sicuramente mi ha dato molto umanamente. Poi ci sono stati altri, come FRANCO BALDI professore di laboratorio: lui mi ha dato fiducia e ha fatto aumentare l'autostima. Tutti personaggi che a modo loro, oltre alle materie, mi hanno insegnato a camminare nella vita. Altri insegnanti, persone assolutamente integerrime, buoni educatori, sono passati per la tangente mancando loro il FATTORE X, lasciando un vago ricordo del nome o della materia che insegnavano. Un paio di loro li ricordo perchè erano un pò "strani" : c'è il professore Tamanini, per esempio, noto per il suo tentativo continuo e noiosissimo di insegnarci "la vita" con le sue spiegazioni su anticoncezionali e sessualità nelle ore di Disegno Professionale.
Ieri sera è venuto a trovarci il coordinatore Upad, per organizzare gli incontri e le conferenze e altri progetti per l'anno 2012.
Lui ama molto la storia, che ci ha incantato con brevi cenni su vari argomenti di vari periodi, soprattutto sugli Indiani d'America, o sul fatto che la Chiesa ha sempre tenuto bassa la cultura del popolo per poterlo controllare meglio, oppure che Omero racconta e mitizza la vita di Ulisse, ma che lui si è perso nei mari del nord, e non nel Mediterraneo ...e via dicendo... tutte cose che in parte sapevo, ma che per pigrizia e ignoranza non ho approfondito più di tanto. L'uomo ha sempre viaggiato e scoperto rotte nuove, ma per motivi di potere e controllo, pochi sapevano di tutte queste cose in passato. Il buon Colombo, non ha scoperto l'america , ma ha aperto le rotte per raggiungerla al mondo. Affascinante e curioso! Chissà , poi perchè il popolo bue non ha mai protestato, non si è mai ribellato, e se lo ha fatto generalmente si è sempre trovato un esercito pronto e fatto per sopprimerlo!
Una riunione speciale, ricca di cultura, di possibilità, costruttiva e intelligente! Che fa capire quanto possiamo avere da queste opportunità!
Chissà se riusciremo a portare un pò di cultura  e di novità in questo paesello, dove a parole sono tutti interessati, poi ognuno si fa gli affari propri e tutti sono bravi a criticare e giudicare e guardandoti dall'alto in basso, ti dicono " Io lavoro, Io ho questo o quello, Io qui io lì..." e poi non si fanno mai vedere agli appuntamenti e alle manifestazioni!
Noi della Consulta, ci proviamo sempre, ci piace farlo, lo facciamo perchè ci crediamo, ma spesso vediamo la grande indifferenza di questo paesello. L'unico nostro obbiettivo è portare qualcosa di bello e di divertente e intelligente , e l'unico nostro rimborso è vedere la gente contenta e viene numerosa! Il volontariato non è capito, è molto sottovalutato e snobbato...eppure ce ne sarebbe di motivi per FARE e per crescere culturalmente ! Ma evidentemente il popolo bue vuole restare tale e si racconta mille scuse per non cambiare e dare la colpa agli altri delle proprie manchevolezze...
o sbaglio?

lunedì 26 settembre 2011

Kastanienherz

Il primo della stagione
una prelibatezza
una cosa talmente calorica e buonissima che la glicemia di chiunque va alle stelle
un rito autunnale
una maniera dolcissima per accettare le giornate più corte, e più fresche e le foglie che cadono, che cambiano colore e travestono tutto con la loro fantastica tavolozza dorata
una cosa talmente lussuriosa, che non solo pare un peccato solo il guardarlo, ma appena lo mangi il paradiso ti accoglie con la sua dolcezza e la sua raffinata armonia di cioccolato e castagne e panna montata
non c'è una cosa che eguaglia l'emozione che si sente mangiandolo, gustandolo
il suo gusto rotondo, completo, perfetto riempie come niente altro tutti i cinque sensi
a causa della dieta che sto tentando di fare, il mio maledetto senso di colpa  mi sta mortificando ora, e l'inferno è lì dietro l'angolo
ma non posso farci nulla, no! Se proprio devo, ci andrò volentieri, dopo!
è ineguagliabile, inimitabile e irraggiungibile
e adoro anche per questo la terra in cui vivo, che ne fa uno dei suoi vanti in questa stagione!
L'autunno è la stagione più bella, anche per questo motivo!

morirò grassa ma felice
tutto qua!

sabato 24 settembre 2011

lasagne e torta di mele, e un ricordo

Ho mal di schiena
Un dolore forte, tra le scapole, come fosse un pugnale.
Quindi, nonostante tutta la mia buona volontà, ho smesso di raccogliere le mele.
Mi son data all' arte della CAMBUSIERA!
Chiedendo ad alcuni amici di venire ad aiutare a raccogliere le mele, ho pensato a come sfamarli, e ho cucinato e infornato quattro teglie di lasagne. Dapprima ho fatto il ragù e poi la besciamella.
Poi strato dopo strato ho riempito le teglie e infornate!















L'aspetto è invitante! No?


Ora le teglie delle lasagne sono in bella mostra sul piano lavoro della cucina e in casa si sente il delizioso aroma della torta che si sta cucinando in forno!














In forno, il calore illumina di piacevolezza la torta, che promette bene!


Ormai manca poco!
La torta di mele è un mio must! Mi riesce sempre bene e nella sua semplicità è gustosissima e invitante! La doratura data dalla spolverata di zucchero di canna che copre le fettine di mele disposte a raggio di sole , la rende piacevolmente croccante.
Ora è pronta:


















Mio marito è salito e si è portato via una teglia di lasagne da condividere con il gruppo di amici che si sono adoperati a raccogliere le mele.
Non manca molto, domani sarà tutto finito.
E' il primo anno che si raccolgono le mele senza il Grande Capo.
Ci manca, molto...
Ma ci restano i suoi insegnamenti, il suo piacere per la convivialità e ora vado pure io a condividere questo incanto!
In suo ricordo e in suo onore!















ecco il risultato del mio lavoro!


Buon appetito!!!!


P.S. : IO SONO A DIETA!

venerdì 23 settembre 2011

Pezzi di cielo



Tutto ha una fine
Questo è un fatto

Al contrario di ciò che appare, ogni cosa si trasforma, diventa qualcos'altro.
Oggi è previsto il rientro di un vecchio satellite non più funzionante.
Per cause a me ignote, sembra che nessuno sappia governarlo e prevedere dove cadrà esattamente.
Sembra che gli organi di informazione di ogni dove stiano a urlare "Cadrà lì, è certo!" (c'è chi spera che cada nei pressi di Arcore) Questo è un sogno!
Così da attirare la curiosità e provocare quel terrore tipico da film catastrofico hollywoodiano !
Ma se sanno quante volte vai in bagno, vuoi che non sappiano dove cadrà e come andrà a a finire con questo vecchio pezzo di latta e fili elettrici? Questo mi pare talmente strano che  mi vien da ridere...
Proprio nel giorno in cui un italiano dichiara al CERN  ( onoratissima di essere sua connazionale e contemporanea ) che i neutrini sono più veloci della luce, mettendo in dubbio le famosissime teorie di Einstein, tra l'altro?
http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/11_settembre_23/cern-velocita-luce_bb7e3b0a-e5ae-11e0-b1d5-ab047269335c.shtml
Questo è un altro fatto.

Mi piace pensare che stasera, tutti i pezzi di quel vecchio (vecchio? chi lo decide poi?) catorcio attraverseranno l'atmosfera regalandoci il sogno di mille stelle cadenti, alla vista delle quali esprimere mille desideri.
Ecco perchè sostengo che ogni cosa con la propria fine venga trasformata.
http://youtu.be/rsL15hjSELM   " e ogni vita la sa che rinascerà in un fiore e fine non ha"
come in IL RE LEONE, che proprio in questi giorni , dopo 17 anni, viene rilanciato in HD e in 3D
E questo è un ulteriore fatto.

Questa sera, comunque, infilerò la giacca e uscendo sul balcone di casa, alzerò gli occhi al cielo, sperando di vedere una lunga scia di micro stelle cadenti illuminare il cielo sereno.
Esprimerò i miei desideri e ringrazierò per lo spettacolo.
E nella malaugurata ipotesi che la fortuna oggi decida di baciarmi in fronte, spero che lo faccia in un modo diverso dal colpirmi con un pezzo di satellite travestito da stella cadente!
Questo è certo!

Domani, comprerò un  gratta&vinci  e tutto quello che dovrà avvenire, accadrà!
Questo è assolutamente sicuro!








giovedì 22 settembre 2011

MELA PORTAFORTUNA!


Posted by Picasa Anche la Natura vuol sottolineare quanta fortuna ho!!!!!

:-)

Un tempo una mela al giorno toglieva il medico di torno..
Oggi anche le mele si sono evolute!!!

e io auguro
BUONA FORTUNA A TUTTI!!!!


mercoledì 21 settembre 2011

SFOGO !!!!! Sono intollerante!

Scoprire che il proprio amatissimo e bellissimo figlio è un idiota, non è proprio un aspetto che migliora l'umore.
Fumare è già di per se una cosa che trovo stupido e da idioti, oltremodo volgare,  imbruttente e insalubre.
Ma scoprire che il proprio figlio fuma, è già un durissimo colpo, per chi , come me, ha subito l'egoismo di un genitore che fumava e quando chiedevi di non farlo almeno mentre mangiavi , ti sentivi rispondere con un ghigno odioso "Io sono a casa mia e faccio quello che voglio"!
Poi , quando il figliolo ti dice, sotto duro interrogatorio di madre inquisitrice, che NON SA PERCHÉ LO FA,  mi girano le ghiandole e lo ritengo inammissibile!!!
Almeno fosse coerente con le proprie azioni!!!!
Mi accontenterei di vedere che ha un pò di carattere...
Si sa che gli anni dell'adolescenza sono tremendi, ma vi garantisco che non c'è fondo alla loro idiozia !
Ho sempre trovato insopportabile l'odore del fumo, ma ancor di più la maleducazione dei fumatori in genere, che inquinano il mondo con i loro mozziconi e la loro puzza acre,  oltre che con la loro stupidità!
Io non ho mai provato a fumare, proprio perchè la puzza di fumo e il loro alito maleodorante mi ha sempre fatto vomitare!
Se poi si pensa a quante conseguenze malsane sulla salute propria e altrui comporta diventare un fumatore, non capisco e non ammetto che uno lo diventi, soprattutto quando viene spiegato in modo INEQUIVOCABILE , che dopo i sette peccati capitali, per me c'è il vizio del fumo e che se Dio perdona, io no!
Posso ammettere la curiosità, la voglia di provare, l' eccitazione della trasgressione, ma arrivare a dire che non ti piace e non sai perchè lo fai,  e continui a farlo, lo trovo da scemi ! Quantomeno è assurdo! e non lo accetto!
NO NO NO
ecco...lo sfogo di oggi è questo...
e non scrivo tutte le parolacce che mi verrebbero da dire, perchè sarebbero tantissime, per rispetto a chi leggerà...
 e non provate e dirmi che "SON RAGAZZI"...
sto par de balle!!!!
sono idioti!
punto!
Hanno tutto, libertà fiducia opportunità ! e non basta! Come dei bambini capricciosi, tirano la corda, la vogliono spezzare, vogliono vedere se riusciranno a  far fesso il genitore che spera di aver piantato in loro la coscienza e la coerenza e un briciolino di intelligenza.
Ma la fiducia, quando è persa , si fa fatica a recuperarla...
E anche questo è un processo di crescita e maturazione
Rimane l'impotenza di una madre davanti al proprio figlio che VUOLE sbagliare  per autodeterminare le propria esistenza, fino a perderne la stima e la fiducia.

IL VERO EROE NON E' CHI NON CADE MAI, MA CHI , PUR CADENDO, SI RIALZA E RICOMINCIA A COMBATTERE.
e la speranza è l'ultima a morire...


Se qualche persona che legge questa righe è un fumatore, sappia che pur non avendo niente di personale nei suoi confronti, io lo relego in un girone in cui metto le persone poco dotate... mi dispiace, ma non c'è peggior idiota di uno che sceglie di fare un'azione autolesionista e che procura danno anche agli altri! NON TRANSIGO!




martedì 20 settembre 2011

OCCHI

http://youtu.be/Ux_HH5AGKuA



come sei bella...

UNA GIORNATA MERAVIGLIOSA!

eccola arrivare!
e con gli amici e con il sole e con i buoni pensieri e con l'aria fresca e con tutto l'amore
Il primo giorno di tanti meravigliosi giorni!
http://youtu.be/co6WMzDOh1o

il sorriso è contagioso
l'amore è contagioso
il sole è caldo
come il sorriso di un amico
l'aria è fresca
come i buoni pensieri
e i buoni pensieri sono miei amici
e i miei amici sono il sole


FEBBRE, NEVE...e poi il sole


Posted by Picasa Laggiù , sullo sfondo di un cielo azzurrissimo, c'è la famosissima ALPE DI SIUSI innevata che domina Bolzano, adagiata nella sua conca. ( prima o poi riuscirò ad avere una macchina fotografica decente, e non solo sta ciofeca di cellulare, per fare le foto)


Ieri avevo la febbre.
Il brutto tempo che si è scaricato , annunciatissimo per altro, su di noi, portando temperature da fine autunno e la neve poco sopra la nostra casa, evidentemente mi ha dato una bella mazzata!
Così alle 5 del mattino, mi sono alzata dolorante, con forti crampi allo stomaco.
Ho vomitato, e vi confesso che ho avuto un brivido profondo..."mica sarò incinta?", mi sono chiesta!
Dopo due nanosecondi, sono tornata savia e ho capito di avere preso un virus, o un bel colpo di freddo.
Ho passato la giornata a dormire, bere thè caldo con qualche biscotto e lamentarmi sottovoce o su FB, qualche telefonata di lavoro, dove cercando di blaterare meno possibile e cercando di mettere in fila le parole in modo corretto e  coerente.
Poi verso sera, ho cominciato a stare meglio! AHHHH SIIII! L'ho vinta io sta brutta bestia!
Stanotte ho dormito benissimo! Mi sono addormentata alla luce di una meravigliosa Luna all'ultimo quarto che illuminava la stanza con luce argentea.
Mi sono svegliata e ho avuto la NETTA SENSAZIONE di essere fortissima!
Poco più di dodici ore, ma l'ho vinta e oggi sto benissimo!
Guardando fuori dalla finestra, albeggiava appena e il cielo era limpidissimo!
L'aria freschissima mi ha ricordato che l'autunno sta arrivando a tutta velocità!
Il tepore del mio letto, il piumone... mi chiedo chi me lo fa fare di uscire da questo piacere?
Poi la casa si svuota, è tutta per me.
Il sole entra prorompente dalle finestre della cucina, illumina e riscalda tutto.
E mi ricarica...
E inizio a a lavorare, a telefonare, e rispondere e poi fare tutto il resto...
Il mio corpo ieri mi ha ordinato di fermarmi, per poter oggi essere più forte e produttiva.
Questo è il fatto
e vedere la neve sulle montagne, mi fa pensare alle sere d'inverno, al calduccio
e tutto ha un senso, ogni cosa porta il bene
e questo è una altro fatto!
buona giornata a tutti!!!!




domenica 18 settembre 2011

sulla finestra della mia cucina

che sia di buon auspicio
lo sanno tutti

Svolazzando sul collo tenero della mia Margherita
riparandosi impaurita tra i ditini della sua manina( qui sembra una manona)

è la benvenuta, come la buona fortuna e la pace per tutti
venite, buone cose venite a noi
siete le benvenute e benedette dalla nostra felicità

ora la stupenda ospite, Miss Coccinella 2011, è uscita nel mondo e aprendo le ali , vola verso il suo futuro



senti che bel rumore


Posted by Picasa

l'avevano promessa
dopo alcune sere spettacolari, calde, piacevoli
DA VERA VACANZA ( che non so più cosa significa...)
è arrivata la pioggia battente
Ieri hanno annunciato il suo arrivo alcuni grossi nuvoloni, accompagnati da tuoni e fulmini lontani,  e come ultimo qualche goccia di pioggia qui e lì.
Quasi arrivasse la REGINA IMPERATRICE da qualche terra magica.
e dopo una bella serata in compagnia, ridendo e scherzando, è arrivato il temporale!
Bello, sonoro, rinfrescante, purificatore
Tamburella il tetto, e racconta di storie lontane
Allontana le mosche ( negli ultimi tempi erano tremende e troppe!)
Porta via lo smog, laggiù sulla città
e annuncia l'arrivo dell'autunno
Con la sua meravigliosa tavolozza
Non resta che dedicare una canzone all'estate che se ne va , inesorabilmente

http://www.youtube.com/watch?v=I6RBsCh-Sqw&feature=colike

e tutto questo mentre alla radio, le previsioni dicono che nevicherà intorno ai 1600 mt
Qui non si scherza ....


sabato 17 settembre 2011

una favola PERFETTA

http://youtu.be/pGSAhI8vb9c
Prendi il cielo 

taglialo a metà 
Incarta i sogni e va 
Ruba le stelle 
E come mille strass 
Appiccicale a me 
se servirà 
Raccogli terra 
Acqua e libertà 
Regalami bellezza 
e vanità 
Finchè 
Non sarò 
Perfetta come tu mi vuoi 
Perchè non avrò 
Più pace se poi pace 
non sarai 


Bevi il mare 

Senza mandar giù 
Trattienilo poi tu 
Nella tua gola 
Con le parole 
Sarà più dolce 
e il sale verrà su 

Dammi da bere 
parole e mare 
Regalami grandezza e 
Profondità 

Finchè 
Non sarò 
Perfetta come tu mi vuoi 
Perchè non avrò 
Più pace se poi pace 
non sarai 

Trasformami 
Modellami 
Con le tue mani 
Costruiscimi 
Ed io 
Sarò 
Perfetta come tu mi vuoi 
E troverò 
La pace perchè 
pace tu sarai 
Senza me 

Ho perso il cielo 
E la perfezione ma 
Ho scelto a te e a me 
la libertà 








giovedì 15 settembre 2011

gioventù

belli
simpatici
chiacchiere in cucina
pc acceso, video,  parlano di motori
ridono
vedono una bella ragazza amica-sorella-cugina di qualche loro amico su FB e  commentano liberi, gioiosi , mattacchioni 
e aspettano, pazientemente

la pasta (scotta) al ragù
e continuano le battute e le risate 
mentre mangiano  allegramante 
e poi corrono a sistemare lo scooter
e ora la casa è di nuovo silenziosa
rimaniamo solo noi donne

a riordinare la cucina e far la lavastoglie
e poi ascoltare la radio
magari cantando un pò



che belli i giovani
la prossima volta, avvisatemi prima, così (forse) riesco a non far scuocere la pasta e organizzare una cena decente.
ma tornate, tutti, vi aspetto...



Che ricordi... quando ero io a far così, a riempire la cucina di una mamma, che pazientemente e amorevolmente  ci ospitava, ascoltava  le nostre chiacchiere, divertendosi e magari stupendosi.
Quanto tempo è passato...un pò di malinconia, per la spensieratezza, forse non per altro, solo la spensieratezza e la fiducia nel futuro: crederci proprio, fino in fondo, che avrei fatto ogni cosa che avrei voluto fare.
Tutto il resto, posso anche ammettere che non mi manca, ma la leggerezza del vivere e la fiducia nel futuro, quelle si sono logorate un pò, nel corso degli anni.
Ma a quindici, sedici, diciassette anni, pensavo di fare ogni tipo di cosa.
COME LORO! Perchè questi meravigliosi giovani, seduti intorno al mio tavolo, alcuni un pò imbarazzati, perchè era la prima volta, altri più spavaldi e rilassati, hanno tutto il futuro davanti e possono fare sul serio la differenza, e ogni loro sorriso, ogni loro parola, ogni loro risata, ogni loro azione è intrisa di questa certezza.
Come un olio essenziale inondano lo spazio intorno a loro: olio essenziale che sa di VITA!
E regalando attimi di dolci ricordi a una mamma, che sa dire solo: "Tornate ragazzi,vi aspetto! Portate la vostra gioventù , è la benvenuta in questa casa!", se ne vanno con i loro mezzi scoppiettanti senza cambiare marcia incontro al loro futuro... 






mercoledì 14 settembre 2011

metti una sera, inaspettatamente


inaspettatamente caldo , piacevolmente caldo
incontrare un amico, fare due chiacchiere, trovare una possibilità nella possibilità negata e ritrovare il sorriso suo e mio.
lasciarsi salutandosi e credere di dirigersi verso casa.






 invece, incontrare una coppia di amici.
fermarsi, due chiacchiere , due risate, camminare gustando un gelato e imbattersi in questi magnifici fiori.
la sera potrebbe essere di un giorno di luglio, invece è il 14 settembre.
l'aria è piacevole, tutto scorre calmo, potrebbe essere una sera di un giorno di vacanza.
Facciamo finta che lo sia
Siamo in vacanza...
chiudi gli occhi
per questa sera inaspettatamente sono in vacanza, lontano
senti, ascolta...par di sentire le onde del mare

martedì 13 settembre 2011

così tanto per puntualizzare

VOGLIO UNA MACCHINA FOTOGRAFICA!
lo sanno tutti
babbo natale compreso
ora l'ho messo scritto qui e qui serve per essere chiaro a tutti! Dio e Universo compresi.

e poi voglio tante altre cose, per esempio una casa grande e tutta MIA e di MIO MARITO!

così tanto per puntualizzare
il resto dell'elenco, lo scrivo man mano che ne ho voglia!

è iniziata la scuola

Ieri 12/09/2011 è iniziata.
una giornata bella, l'inizio scuola : incontri i compagni che non vedi da tutta l'estate, incontri quelli nuovi.  Incontri tra genitori e pettegolezzi che volano e le risate e i " Ma no, cosa dici!?!"
Poi gli insegnanti e speri di rivederli  (alcuni), altri no! Anche da genitore succede che alcuni, li preferiresti trasferiti a Canicattì.
C'è tutta un'agitazione che fermenta dentro grandi e piccini...
Persino le insegnanti dormono male la notte prima.
Poi arriva il secondo giorno, che in verità è il primo vero giorno di scuola con orari e modalità da "scuola".
Ci si alza prestissimo, colazione, lavarsi, vestirsi e viaaaaa al pulmino che porta all'autobus ( i più grandi) e a scuola (le più piccole).
...e la casa alle 07.15 è LIBERA da tutti!!!
e poi c'è quell'aria speciale di settembre, e tutta la sua luce...
Dio che meraviglia!!!! Non è possibile descriverla!
E non fa troppo caldo, anzi: la mattina l'aria è frizzante!
 FRIZZANTISSIMA!
La casa libera, solo IO! ... e le gattine che , dopo aver mangiato, dormono nelle loro cucce, è la cosa migliore! Vi posso garantire che è una sensazione magnifica.
Avere sempre la casa sovraffollata è quanto meno soffocante , anche se adoro tutti : mariti, figli, amici, amici dei figli, figli degli amici, parenti (questi un pò meno adorati, rispetto alla media, ma passano, devono per forza - i parenti mica te li scegli)
Ma quando senti solo la radio, e il tuo respiro...e cominci a riordinare e in breve tutto è fatto...beh...non riesco a trovare le parole per spiegare, quanta pace, quanto amore, quanta beatitudine provo.
A tempo determinato, lo so. Ma me la godo tutta.
Con ciò, confesso che a pranzo, quando siamo i 5/6 intorno al tavolo, l'allegria è il componente principale del pasto. Quindi non sto dicendo che rinnego tutto, ma che apprezzo anche i momenti di solitudine. Anzi li cerco, a dire il vero. E questi momenti per i prossimi nove mesi, me li potrò godere almeno per cinque mattine alla settimana, salvo imprevisti. E se non mi complico la vita con impegni vari...
Intanto mi godo l'attimo, poi quello che deve avvenire, avverrà !






venerdì 9 settembre 2011

PRIMI SEGNALI

BUONA LA PRIMA! la prima settimana intera di settembre,intendo!
Se cancelliamo Lunedì ( disastro pandagialla ), il resto è stato un continuo crescendo di piccoli passi BUONI!
Sì!
E ora posso parlare di buone cose, non solo lagnarmi...
Io credo: e non credo nel senso canonico del termine. Perciò, per qualcuno risulterò stridente e ipocritamente parlando , blasfema, ma in fondo al cuore,
  IO CREDO
Ma non è di questo che voglio raccontare.
Voglio raccontare di come momenti bui, pesanti, dove tutto va storto, in cui tutto pare sbagliato o fuori tempo, dove ogni cosa è difficile , di come, dicevo, pian pianino si trasformano e diventano BUONE COSE!
FINALMENTE, aggiungo!
E quel pian pianino , all'inizio , mica lo vedi.
Lo percepisci solo dopo un pò.
Gli occhi, e gli occhi della mente e del cuore, devono abituarsi alla nuova luce.
Devi sbattere le palpebre un paio di volte, poi spalancarli, e poi di nuovo sbattere le palpebre.
Poi apri gli occhi e vedi!
Ecco è così che va!
Quindi, sempre ricordando il BICCHIERE MEZZO PIENO (anche se non pare), quei momenti neri, dove credi che si perdano persino le speranze, servono per godere in pieno di questi buoni momenti.
Posso affermare con assoluta certezza che non è cambiato il mio caos quotidiano , ma è diventato solamente più accogliente.
Qualche piccola botta di culo, o meglio un piccolo rifornimento di energia positiva dato da un piccolo risultato buono, cambia proprio la visione delle cose. E le percepisco (perchè sono pressoché uguali a sempre) più leggere e di facile soluzione.
Come quando inizi una risalita in montagna.
All'inizio è molto irta, ogni passo ti costa fin dall'inizio un sacco di fatica, il fiato diventa corto, l'affanno toglie ogni energia, il cuore batte forte, troppo forte e sembra proprio che fare il passo successivo sia impossibile.
MA LO FAI, costi quel che costi! 
E poi, appena ti giri un attimo a guardare il sentiero, ti rendi conto di quanta strada hai percorso.
E ti meravigli! Questo infonde un senso di forza e positività che ti fa continuare.
Passo dopo passo, il pezzo difficile te lo lasci alle spalle, e ammiri il paesaggio, il bosco, il cielo terso della montagna, l'aria pulita frizzante ossigena ogni cellula e la rigenera. Fino a quando arrivi alla tua cima, quella che ti sei prefissato di raggiungere. Hai di certo maledetto il momento in cui hai scelto di fare quel giro in montagna, quando la salita era troppo dura, ma poi giungi nel posto dove il cuore e la mente pensano e battono all'unisono godendo di tutta la bellezza del Creato.
E gli occhi  iniziano a sbattere le palpebre, poi si spalancano, per poi sbattere di nuovo le palpebre.
FINO  A VEDERE! AMMIRARE! RIEMPIRSI DI AZZURRO E DI LUCE!
Ecco tutto questo è stato questa settimana.
Siccome io credo, come dicevo poco fa, IO DESIDERO RINGRAZIARE!
Ringrazio quelle piccole botte di culo, quei piccoli rifornimenti di energia, che mi fanno continuare a camminare (magari piangendo), ma senza mai impedirmi di proseguire e perseguire ciò che penso sia giusto e che voglio e che amo...e voglio proprio dirlo, che amo ciò che faccio! E lo faccio bene!
Scusate! Ma se per alcuni  può essere banale, io non trovo poi così semplice accorgersi di quante belle cose ci sono date, anche quando il cammino da percorrere è duro e spesso cado nella disperazione che urlo ai quattro angoli del mondo.
Così posso chiudere questa settimana dicendo che è stata buona, come quando arrivi in cima alla montagna e trovi il rifugio, dove servono il miglior KEISERSCHMARREN che tu possa immaginare e lo assapori con il tramonto negli occhi.






mercoledì 7 settembre 2011

L'HO FATTO!!!!!

l'ho fatto
non potrei , ma stasera non ho resistito
un cucchiaio colmo di nutella
ad occhi chiusi
l'ho assaporato
gustato
impastato con la lingua
ogni papilla gustativa si è riempita di questo gusto inconfondibile  e inimitabile
e poi quando l'ho ingoiato
ho riaperto gli occhi
e ho leccato lussuriosamente il cucchiaio
l'ho riportato a lucentezza perfetta che solo il miglior brillantante promette di dare
e mi sto portando il gusto in giro per la casa
è godimento
è perfetto
è rigenerante
e oggi va così...ormai l'ho ingoiato, non si torna indietro...
spero solo che questa trasgressione mi porti lontano lontano lontano...

http://www.nutella.it/  

NON NE POSSO PIÙ!!!!

avete un esorcismo?
una pozione magica?
qualcosa che mi faccia stare meglio?
passare questi brutti pensieri?
qualcuno conosce il modo?
dicono e mi ripetono che in queste condizioni, bisogna prepararsi a stappare lo Champagne
io ODIO profondamente stare così
non riesco a immaginare che stapperò lo champagne con i presupposti...
io esigo e pretendo di stare bene, di non farmi prendere dagli attacchi di ansia, di proseguire nel cammino intrapreso con forza e determinazione e non trascinandomi come una lumaca  o sbattendo a destra e a sinistra come una scheggia impazzita!
a chi posso inoltrare le mie proteste?
a chi posso chiedere di modificare questo contratto di vita di merda che mi è stato assegnato?
è impossibile che io abbia accettato , mi è stato imposto, con qualche scambio di cui non ricordo nulla!
IO VOGLIO VIVERE SERENAMENTE!!!!
chiedo troppo?
fatemi parlare con il capo!
così non posso continuare!!!!
CAPITOOOOOOOO???????


lunedì 5 settembre 2011

piove sempre sul bagnato

Da un paio di giorni la pandagialla lamentava un rumorino inquietante di pastiglie dei freni finite.
Ordinate le pastiglie, e ci siamo messi d'accordo con il nostro conoscente, che gentilmente ci presta il ponte, a officina chiusa perchè mio marito ( quel sant'uomo) le potesse sostituire.
Tutto programmato per le ore 17.00 odierne.
Io avevo 2 appuntamenti improrogabili, in città, pochi km di strada.
Avevo fatto tutto, ero sulla via del ritorno, quando al semaforo di un incrocio trafficatissimo, mi fermo al rosso, e la pandagialla con un grande STOCKKKK si ferma.
Il motore gira allegramente, abbasso la radio per sicurezza: tutto è a posto.
Arriva il verde, inserisco la prima, parto. Ovvero TENTO D PARTIRE.
La pandagialla è inchiodata, non si muove di un millimetro, il motore sale di giri, ma lei è bloccata.
Sembra che qualcuno abbia messo una quintalata di ATTACK sotto le ruote.
Mi prende il panico, tutte le auto che strombazzano, gli insulti dei vari autisti
"Ecco la solita donna al volante"
Qualcuno si ferma, mi dice di spostarla
spiego GENTILMENTE CHE NON POSSO!
Lo faccio vedere, accelero , e lei sta ferma.
Una sorta di terrore mi invade
C'è chi si offre di provare, lei è LETTERALMENTE tutt'uno con l'asfalto.
Intanto  il semaforo è diventato rosso, e poi verde, altre auto si affiancano.
Ho chiamato mio marito : nessuna risposta.
Ho chiamato mio figlio: nessuna risposta.
Cerco il numero della carrozzeria del mio paesello che fa servizio con il carroattrezzi.
Chiamo.
Risponde la segretaria, sente tutti gli strombazzamenti e gli insulti. Senza esitare, mi chiede il nome, dove sono, il numero di telefono e l'ipotesi del danno.
Mi dice che entro pochi minuti saranno dove mi trovo, di non preoccuparmi.
Chiaramente, sente tutta la mia agitazione e cerca di tranquillizzarmi.
Un ragazzo , molto carino e gentile, mi chiede se mi può aiutare.
Gli espongo i fatti : "l'auto non si muove dopo un gran rumore"
Mi dice di  mettere le 4 frecce (cosa che avevo fatto appena mi sono accorta che la pandagialla era incollata alla strada) e sistemare il triangolo, anzi si offre per farlo lui e mi saluta facendomi gli auguri.
Una ragazza, mi chiede se serve aiuto, lei MOLTO più perspicace capisce che non può far nulla, e se ne va con un sorriso dopo che le ho detto che stava arrivando il carroattrezzi.
Intanto il semaforo, rosso, verde,  rossoverde, rossoverde,  rossoverde ....
La cosa ridicola è vedere gli automobilisti di ogni età e sesso, e con targhe straniere e italiane che , nonostante il mio bel triangolo in bella vista, lo superano e si infilano dietro la mia macchina in paziente attesa del verde.
ah, dimenticavo : io sono fuori, accanto all'automobilina gialla ,con il mio giubbino arancione luminescente.
Quando arriva , poi, si arrabbiano e strombazzano impazienti.
Mi chiedo cosa non capiscono del messaggio " PANDAGIALLA BLOCCATA AL SEMAFORO CON LE QUATTRO FRECCE LAMPEGGIANTI-TRIANGOLO IN MEZZO ALLA STRADA-DONNA IMPANICATA VESTITA DI ARANCIONE LUMINESCENTE".... quindi alle loro insistenze, urlo e sbraito dando loro come minimo degli imbecilli e salendo su su , per la scala degli insulti ,coniandone di nuovi e irripetibili.
E altre auto, altri strombazzamenti e insulti e altra rabbia che sembra riempire tutto lo spazio intorno a me.
In fondo alla via, lo vedo arrivare, è giallo e grosso, rispetto alle altre auto.
Lo guida un ragazzo che mi sorride appena mi affianca e mi fa cenno che va a girarsi.
Poi mi supera, e si posiziona davanti alla pandagialla, occupando tutto l'incrocio.
Intanto si è formato un capannello di gente, a guardare cosa succede.
Io con il mio bel giubboni arancione con le fasce luminescenti chiedo al ragazzo, se sa dirmi cosa è successo alla mia automobilina.
Vi confesso , che ho il terrore di questa spesa imprevista, tutto il mio piano conti viene sconvolto da questa cosa terribile.
E adoro la MIA PANDAGIALLA!!!!! Voglio solo lei!!!!!
Mi tranquillizza, dicendomi che saranno sicuramente i freni, che non è un grosso danno.
Lui aggancia l'auto, e con il verricello, la trascina sul pianale.
E io guardo meravigliata e penso :" ...ma guarda te! Non era incollata con l'Attack..."
Salgo sul furgone, quasi mi devo arrampicare, mi siedo, e sospiro.
Mi viene il primo cenno di magone.
Partiamo.
Riprovo a chiamare mio marito. Risponde.
Gli spiego agitatissima cosa è successo.
Come sempre non è di tante parole.
E io sento salire la rabbia, per tute le volte che non ha fatto benzina lasciandomi l'auto e io non sono riuscita ad arrivare al benzinaio, per tutte le volte che ignorando i miei richiami, lascia correre le cose e poi arriva la rottura di qualcosa.
Lascio perdere....butto giù...e richiamo mio figlio. lui non risponde.
Oggi ha dato l'esame, e non gli è andato bene e sicuramente penserà che lo voglio stressare...
Intanto, tra uno scossone e l'altro, proseguiamo nel tragitto che porta al paesello.
Il ragazzo è molto carino con me, cerca di tranquillizzandomi, e penso a come mi vede: con quel giubbino arancione e tutte le mie chiacchiere, devo proprio fare una delle mie ottime figure....ah sì....
Intanto vedo lo scooter di mio figlio che viaggia in senso contrario e lui non ci nota, e mi scappa una parolaccia grossa...
Gli mando Un SMS. con due begli insulti, dicendogli che se lo chiamo è perchè  ho bisogno di lui.
Entro 3 secondi richiama.
Cercando si stare calma, gli spiego che l'ho appena visto e che io e la pandagialla siamo sul carroattrezzi che ha appena incrociato.
Intanto, arriviamo all'officina.
Scendo, sganciano l'auto, la fanno scendere, e in quel mentre cade una pastiglia.
COMPLETAMENTE consumata.
Sistemano  la pandagialla sul ponte, tolgono la ruota destra, cade un'altra pastiglia consumata.
Mi spiegano che probabilmente la pastiglia aveva bloccato il freno impedendo alla mia automobilina di spostarsi.
Intanto tolgono l'altra ruota anteriore, e il ragazzo lancia un urlo!
Il disco è completamente andato.
Quindi bisogna cambiare i dischi dei freni, non solo le pastiglie.
Mi prende un'altra crisi di pianto, quando il vecchio proprietario, piccolo uomo con una "bella pancia da birra"e la voce autorevole e sicura, mi dice che avrei potuto fare molti danni, e rischiare pure la vita, se il freno si fosse bloccato mentre viaggiavo.
Chiedo con voce tremula quanto tempo servirà a sistemare l'auto e quanto mi costerà il tutto.
Un altro meccanico, si dirige verso l'ufficio con il libretto dell'auto e fa una telefonata.
Mezzo minuto dopo, mi dice l'importo, le ginocchia tremano, e penso e pronuncio la frase " Beh...pensavo peggio".
Sono le 16.58. Mi spiegano che ora chiuderanno, e che domani a mezzogiorno la mia pandagialla sarà pronta. E penso " Wow, che velocità!"
Quasi non mi accorgerò di non avere la macchina e il primo impegno per il quale devo utilizzare l'auto sarà solamente alle 17.00 di domani.
Questo mi fa tirare un BEL SOSPIRO di sollievo.
Ringrazio e esco, prendo il cellulare e .... morto, defunto, schermo piatto e nero!
E' completamente scarico!
Ho atteso , leggendo un libro, che per fortuna mi sono portata dietro,  fuori dall'officina più di un'ora e tre quarti l'arrivo di mio marito.
Negli ultimi istanti , mentre la sua auto saliva sulla strada e lo vedevo arrivare, ha iniziato pure a piovere...
piove sempre sul bagnato...
Mi dicono di allontanare lo stress, di fare cose piacevoli, che danno soddisfazioni.
Ma come si fa a accettare tutta una serie di imprevisti, di danni, di preoccupazioni e credere che tutto è bene? E non farti prendere dallo stress?
Avrei voglia di urlarlo a tutti quanto odio ogni volta che mi viene detto di non stressarmi....
TUTTI VOI NON POTETE IMMAGINARE QUANTO ODIO SENTIRE LO STRESS CHE MI FA AUMENTARE LA SUDORAZIONE , IL BATTITO, IL RESPIRO E OGNI PENSIERO VENIRE SOPRAFFATTO DA TUTTA UNA SERIE DI CONCETTI LOGORANTI E AUTOLESIONISTICI.
Ho scritto tutto, così poi lo invio nel mondo virtuale.
Poi sarà solo un racconto, noioso, e banale : una cosa su cui farci un sorrisetto (al massimo) e poi scordartelo.
Ma la conclusione  a tutto ciò è :  piove sempre sul bagnato

sempre...nel bene e nel male













domenica 4 settembre 2011

Mia Figlia

e mia figlia che mi imita e si mette a scrivere un Blog?
http://igiornidimargheritak.blogspot.com/

beh...un buon esempio...

tesora mia!!!!

brava lei!



l'estate sta finendo quando...







...dalla webcam del Penegal si vede l'erba colorarsi di marrone e giallo e la luce non è più accecante.
Quando la mattina ti svegli all'alba non più alle 05.15, ma alle 6.30, e anche gli uccellini cantano più tardi 
Quando la pioggia di settembre scende leggera
Quando bisogna incominciare a chiudere le finestre ( ....di già???)
Quando a tavola durante il pranzo il sole non da fastidio ma è addirittura il ben venuto
Quando si incominciano a mettere a posto le cose per la scuola e a comprare il necessario come chiede la maestra
Quando alla radio cominciano a cambiare gli orari di trasmissioni e Dj
Quando senti la necessità di infilarti le ballerine, piuttosto che le infradito, "che non si sa mai, ma dicono che potrebbe piovere...".
Quando la notte ti infili sotto il piumino piacevolmente, anche se la finestra rimane un POCHINO aperta ancora...
Quando ti giri interessata verso le vetrine piene di giacconi e sciarpe , invece di scappare inorridita con il senso di calore opprimente alla sola vista di una lupetto con il collo alto.
Quando ammiri il cielo che si colora di mille sfumature di grigio, dal perla al nero-fumo-di-londra senza rimanere accecata dall'imponente luce del sole.
Quando le mele sugli alberi sono invitanti e sulle vigne si vedono succosi grappoli d'uva di ogni colore.
Quando alzando gli occhi verso le montagne il verde delle piante si inchina verso i caldi marroni e i luminosi gialli.
Quando ti rendi conto che il mese appena iniziato è un mese speciale, un mese di nuovi inizi, un mese di talenti ritrovati e scoperti, un mese di pacifica pioggerellina, un mese di voci allegre tra i filari di meleti e vitigni, un mese  di incontri e di ritorni, un mese di sorrisi.
Quando la casa si svuota per qualche ora, in orari definiti e precisi.
Quando la sera arriva prima del solito e "...oddio , hai visto è già buio!"
Sembra lasciare qualche vuoto l'estate che se ne va, sembra....
Perchè poi tutto si riempie di colori, di luce, di raffinata freschezza, di abbondanza di sapori, di intima famigliarità...
Ogni cosa ha il suo tempo e mancano solo tre stagioni e l'estate con tutto il suo meraviglioso caldo bagliore tornerà accecante a farci sognare
ora è tempo che Mister Autunno arrivi canticchiando dolci melodie








sabato 3 settembre 2011

oggi risveglio traumatico in casa K.

Appena sveglia, sto ancora girandomi nel letto, pensando che il risveglio è il momento più dolce e delicato della giornata.
Quello in cui poi si delinea l'umore del resto del giorno.
In quel preciso momento la piccola entra in camera e mi chiede di aiutarla.
Ha le treccine, vuole scioglierle
Certo che l'aiuto : ma è un lavoraccio!
Ha un moltitudine di capelli lunghi, ingarbugliati...
Mi innervosisco quandooo...  
ORRRRROOOOREEEEEEE...
... porca puzzola odorosa!!!!!!!!
Vedo qualcosa di orribilmente odioso muoversi sulla sua testolina!!!!!!!!!!
Lancio un urlo di rabbia!!!
Non verso la piccola.
E penso... ( insomma...ci provo a ragionare...)
Mi dico : " le scuole sono ancora chiuse, lei non ha frequentato che le solite persone, non ha dormito da nessuno, non ha fatto recentemente campeggio e non l'ho iscritta in colonia "... comincio a vagliare tutte le ipotesi
Maledico le treccine, e la volta che gliele ho fatte : credo che abbiano impedito di vedere quei maledetti pidocchi.
Ragiono... mi scervello e arrivo a pensare al campo scout, di un mese e mezzo fa...
penso possano essere arrivati in quell'occasione... subito dopo alcuni giorni le abbiamo fatto le treccine, quelle piccolissime, che non si sciolgono.
Quindi chi le ha più guardato la testa???? 
IO, madre snaturata, no di certo!
E lei , povera creatura che me lo diceva spesso che sentiva prurito in testa!
E io che le ripetevo (annoiata) che le treccine, tenendo legati i capelli, possono dar fastidio...
MAI MAI MAI IGNORARE I SEGNALI!!!
Quante volte me lo ripeto?????
Questi bastardi, fastidiosi, inutili, orribili parassiti di merda!!!!!
La madre attenta insegna ai propri figli a lavarsi.
Dice loro " meglio una doccia al dì, che così siamo sicuri che vi siete lavati tutto, ma proprio tutto! "
E così pensa di  AVERE FATTO COSA BUONA E GIUSTA!
Col cavolo......!!!!
Sembra che a 'sti bastardi piacciano proprio le persone che amano lavarsi!
Prima di tutto mi sono fatta controllare MOOOOOLTOOOOO bene! 
Risultato : negativo su tutti i fronti! Solo un pò di quell'odiosa forfora che mi perseguita da tutta la vita...
Quindi nervosissima, sono corsa in farmacia a prendere quello shampoo e quel gel puzzolentissimi , ma che funzionano da Dio...( Ma lo sapete quanto costano quegli affari????? Una, a farci i conti; potrebbe allevare i pidocchi e insegnar loro qualche acrobazia e guadagnarci un pò , tanto a quei miserabili esserei inutili, basta solo un PO' DEL TUO SANGUE!!!! )
Cominciano le fobie: mi gratto ovunque...mi sento invasa...mio Dio che rabbia, che fastidio !!!!!
Mentre mi gratto, penso. (sì, pare strano, lo so, ma faccio solamente qualche ragionamento di poca importanza, del tipo " ho un letto dove dormire : bene!  ho un water dove evacuare: bene!  ho un piatto dove mangiare: ottimo!" ) e improvvisamente mi si illumina una lampadina ( avete presente quelle da 5 W che esistevano a inizio secolo scorso? ecco quella appunto, di più è impossibile!)
E faccio l'equazione ( beh...sì equazione....va beh...)
testa di bimba pulita = pidocchi 2 o 3 volte l'anno ( la piccola è una calamita di pidocchi, ma di razza, mica paglia...)
testa di madre snaturata con forfora = NO pidocchi
Insomma...una cosa buona, dai... no??? Non posso lamentarmi...
Ma non credo possa ritenersi una buona cosa avere la forfora, insomma non gliela auguro a nessuno,  che poi quel velo di neve ( per non dire che pare polvere,che sa di vecchio) sulle maglie scure, non è molto carina da vedere. 
Torno a casa, non prima di aver ascoltato con finto interesse tutto il treno di informazioni del gentilissimo ( e sessualmente interessante) farmacista.
Ultima raccomandazione : chiamare il distretto sanitario e avvisare , così loro potranno informare le varie scuole! ( capite come si sente una madre snaturata , dopo queste gentili osservazioni?????)
Ok, se in paese sento parlare di pidocchi, so già chi ha contribuito a diffondere l'epidemia ...PURTROPPO!!!!!
Prendo quel pettinino speciale, che mi ha consigliato lo scorso anno la pediatra ( un investimento, penso tra me e me, tanto per vedere sempre un lato positivo, che sto ammortizzando bene, e mi scappa pure un sorrisetto idiota).
Apro il tubetto ( che puzza...dico, forse ad alta voce) e comincio, o meglio ricomincio l'ispezione della testolina benedetta della mia creatura bionda e la riempio di quel gel miracoloso, quanto puzzolente.
Controllo gli altri pargoli, di nuovo, appena finito con lei. NIENTE! Teste apparentemente a posto (nel senso che il cuoio capelluto non presenta niente di orribile, ma il contenuto non è proprio speciale, spero maturino con il tempo)
Intimo l'obbligo assoluto a tutti di lavarsi con lo shampoo speciale e costosissimo .
Pena , l'ergastolo, fustigazione e vitto a pane raffermo e acqua!
e poi...
Mentre aspettiamo un pò, che il gel faccia il suo lavoro su quella testolina benedetta, prendiamo tutti i cuscini, le coperte, sfoderiamo il divano, prendiamo tutto quello che è lavabile  e lo infiliamo secondo il colore e i tessuti nella lavatrice e schiacciando il tasto di avvio, lancio una benedizione a questa macchina infaticabile e diffido ogni ospite indesiderato a rifarsi vivo da qui all'eternità :a noi non ci servite, andate pure a farvi ospitare da altri, noi abbiamo altro da fare! Dico loro... Tutti cuscini vengono esposti e battuti al sole caldo di inizio settembre ( sempre detto che settembre è un mese bellissimo!)
Intanto mi chiedo : su 6 componenti della famiglia, quegli esseri orribili si attaccano solo e sempre alla piccola di casa!
E non so il perchè!
A questa domanda non trovo riposta...
Sempre e solo a lei.... PERCHÉ?????????
e tra 8 giorni, ripeteremo tutta la procedura : controllo, gel, shampoo....
Che Dio ce la mandi buona!