martedì 31 gennaio 2012

tutto finito

Ora non soffrirai più....ma che dolore sapere che non ci sei più. Assurdo 00.43 sei spirato...

lunedì 30 gennaio 2012

BORDERLINE

ti immagino a fare l'equilibrista incosciente sopra una maledetta affilatissima lama
una lama lunga lunga,
e tu sei lì
ti abbiamo lanciato ogni tipo di aiuto possibile
ma sta a te arrivare fino in fondo alla lama
solo quando avrai percorso tutto il tragitto, avrai vinto!

Io ti immagino così
e ti vedo con gli occhi di bimba
e ti credo
credo in te
credo in te
e so che passo dopo passo, farai il tuo dovere
prego solo che non ti stancherai, che sarai quell'eroe buono che ricordo con i miei occhi di bimba

Io lo faccio, fallo pure tu, perchè siamo in tanti e tifiamo tutti per te
stiamo creando una rete, ma tu non devi cadere
tu devi rimanere in equilibrio
tu devi fare la tua parte
Io lo faccio, fallo pure tu

Ci sono tante cose da fare, insieme a te
e noi aspetteremo che tu finisca questo pericoloso gioco di equilibrio in cui ti sei cacciato
noi ti aspettiamo!
ricordalo, quando succederà che penserai di non farcela: NOI TI ASPETTIAMO, NOI TIFIAMO PER TE, NOI PREGHIAMO PER TE, NOI ACCENDIAMO LE CANDELE PER TE, NOI TI VOGLIAMO BENE, NOI TIFIAMO PER TE E SIAMO IN TANTI
 la differenza la fai solo tu, ricordalo!



domenica 29 gennaio 2012

MOSTRUOSO!

ieri sera ero tutta contenta, una serata strana, da sola in casa, senza rumori, mi sono sdraiata davanti alla tv, con   la giusta goduria. Ho mangiato qualche cioccolatino, guardando la Dandini,e poi sono caduta nel sonno tipico del relax più totale. Verso le 23.30 mi sono svegliata e ho guardato il cellulare. C'era un sms. Di mia Madre. Mi informava che mio cugino stava MOLTO MALE. Pochi secondi dopo le ho telefonato. Mi ha detto una cosa MOSTRUOSA! Mio cugino è ricoverato in rianimazione. Non c'è più nulla da fare. Non risponde alle cure. Apparentemente è iniziato tutto giovedì sera, con vomito e dissenteria. Quelle tipiche forme influenzali, che durano un paio di giorni al massimo. MA, ieri mattina lui si alza, barcolla, la figlia lo vede e gli impone di andare in ospedale. In ospedale nel giro di pochissimo i medici,  resosi conto della gravità della situazione, lo caricano sull'elicottero e lo portano all'ospedale di Trento. Dopo di che, solo bruttissime , mostruose notizie! I medici sono sicuri che non ci siano più speranze. Pare che un maledetto stafilococco gli abbia infettato il sangue. Il suo stesso sangue lo sta uccidendo. è questione di ore. Ora è sedato e intubato, stanno tentando di farlo reagire con potenti antibiotici che sembrano inutili,
Io non so che dire, non so che fare, non so nulla. Penso sia inimmaginabile una cosa del genere
Lui è un pò più grande di me, ha due fantastici figli, una moglie che lo ama, e due splendori di nipotine che erano la ragione della sua vita.
Come può la vita, prendersi gioco di tutto questo?
Come può la vita, decidere che è questo il modo in cui staccare la spine?
Come possono i suoi amati trovare un perchè in tutto questo? Come possono reagire?
Io ho visto spegnersi mio suocero per una breve malattia, poco alla volta. C'era il tempo di prepararsi all'inevitabile, anche se quando è successo è stato doloroso, ma si sono potute fare e dire molte cose. Soprattutto per fargli capire tutto l'amore che ci aveva donato e che gli abbiamo ridato fino alla fine.
Una consolazione, semplice ma efficace.
Invece in questo caso...
la magrissima morale di questa cosa, ci insegna solo che è corretto dimostrare l'amore ogni giorno, sempre, perchè del domani non c'è certezza....
Ma io tento di sperare ancora che quei maledetti, benedetti stra-benedetti antibiotici facciano il loro lavoro: Perchè non ci riesco a  credere che non ci siano vie d'uscita. C'è sempre un possibilità, no?
Fino a quando il suo cuore non smetterà di battere, io non smetterò di sperare....

sabato 28 gennaio 2012

A CASA DA SOLA

Succede spesso che io sia a casa da sola, di giorno, soprattutto
c'è chi lavora, chi va a scuola
ma che succeda di sabato sera, no, non è mai capitato.
Credo...non ho memoria che sia successo negli ultimi vent'anni
Mio marito accompagna le più giovani al cinema
Mio figlio esce con la ragazza come è giusto che sia
mia figlia è in compagnia del suo ragazzo
io sono a casa da sola.
E MI SENTO IN PACE.
la tv sul programma che mi piace con il volume decisamente normale
il silenzioso rumore in lontananza delle lavastoviglie.
Questo ragionamento l'ho fatto sentendo mia cognata, che mi ha detto "NON SAI QUANTO TI INVIDIO"
e quindi mi crogiolo un pochino in questa straordinaria serata di sabato sera da sola a casa
Tanto tra  poco ricomincia tutto da capo
durerà poco
ME LA GODO PROPRIO!!!

AH DIMENTICAVO:


NEVICA!!!!!!

cosa desiderare di più, per un paio d'ore?



buona serata a tutti!


J

venerdì 27 gennaio 2012

QUANDO I TUOI AMICI SEMBRANO PROPRIO COMPORTARSI COME IL CAPITANO SCHETTINO.


quello che segue è uno sfogo personale su una vicenda politica locale, scritto senza troppi filtri e senza troppi ragionamenti, solo quelo che sento e che mi indigna molto, dato che parlo di amici che rispetto, ma che hanno sbagliato moltissimo con il loro operato!

ecco cosa accade quando l'ormai fallito e inutile riempirsi la bocca di parole come "Interculturale, inter-etnicità , parità, ecologia, ecc... "  dette da un paio di personaggi alla guida del partito locale (sembrano la copia esatta di quel "povero sciocco" di capitano Schettino) che mandano a scontrarsi su un piccolo scoglio  20 anni di lavoro. Forse è il caso di smettere  di essere "duri e puri " e sempre "tutti contro tutti", perchè ormai da un pò le cose sono cambiate, le persone sono cambiate e la gente vuole ben altro che queste sterili polemiche. Ma Vi pare che possa essere possibile che un uomo di 50 anni, che parrebbe intelligente, si faccia guidare da un burattinaio di 80 anni, incattivito  e irrazionale che non rappresenta più da tanto tempo nessuno di noi, guidato solo da  vecchie idee che tenta di mettere in atto  con vecchi modi. Talmente vecchi che sanno fare solo danni, come il naufragio della concordia - Eppan Aktiv  ( notare che non aggiornano il loro sito da 2 anni , ormai). E ora il loro "amico" giornalista, che ha ormai dichiarato da anni con il suo agire che è assolutamente fazioso, declama il fallimento a causa dei cattivi (chiaramente gli altri , quelli che si sono stufati dell'agire prepotente e inconcludenti dei due capitani schettino di cui accenno sopra) nell'articolo del quotidiano ALTO ADIGE  a pagina 31 del 27/01/2012
La spaccatura etnica di Eppan Aktiv è la fine di un sogno durato 20 anni
ecco come titola l'articolo

Dimenticando di scrivere che l'ormai anziano leader NON è stato eletto alle elezioni del 2010, molto probabilmente perchè non la gente non si rispecchia più da molto tempo nel suo agire prepotente e ottuso. C'è stato un tempo che tutto questo aveva un senso, ma stiamo parlando di 15 o 20 anni fa. Ora ad Appiano c'è uno scenario politico molto diverso.
Dimenticando di scrivere che i 3 consiglieri si sono separati per il modo infantile e irritante a causa dell'anziano burattinaio che richiamava il più giovane burattino, ogni 3 minuti, durante la riunione di Consiglio Comunale,  per istruirlo su cosa dire e come dirlo. Innescando una serie di reazioni GIUSTAMENTE irritate proprio dai colleghi di partito, che si sono sentiti presi in giro e umiliati dall'atteggiamento del consigliere-burattino ITALIANO che con questo suo operato ha tralasciato di FARE ben altro.  

Insomma una brutta cosa perchè il sogno di una eguaglianza è nel DNA di tutti noi.
Una brutta cosa perchè si sono tralasciati argomenti seri e importanti.
Una brutta cosa, perchè chi legge i giornali si fida di ciò che è scritto, e conoscendo i fatti,  ci si accorge di quanto le persone possono essere male informate da una disinformazione faziosa. 
Una brutta cosa perchè anche nel paesello in cui vivo i "vecchi" stampi di politici non si preoccupano di CHIEDERE E INFORMARSI con il cittadino comune su come vanno le cose. MA PERSEGUONO i propri scopi solo per BRILLARE di luce propria e far un pò di rumore.

E tutto questo viene pubblicato proprio nel GIORNO DELLA MEMORIA, dove sarebbe importante,  come scrive un mio carissimo amico che cito TESTUALMENTE  
"Il Giorno della Memoria serve per ricordare. L'eccidio degli ebrei, certo. I cancelli di Auschwitz che vengono abbattuti, sicuramente. Ma deve anche aiutarci a ricordare che la nostra libertà è sovrana fino a quando non inizia quella degli altri. Pregiudizi, odio, prevaricazione sono piaghe che vanno combattute ogni giorno. Oggi ricordiamocelo un po' di più."







NON DIMENTICHIAMO MAI!


non so voi, ma io nel cantarla mi commuovo alle lacrime, come nel vedere film e documentari  oppure nel leggere racconti e libri dove si parla di questo orrore.
SONO SCIOCCATA e DISPERATA nel pensare che vi siano state persone che abbiano ucciso così barbaramente altre persone. Sento un dolore profondo e assolutamente inconsolabile nel sapere che sia accaduto e che non è solo un racconto della fantasia di una mente malata e mi chiedo sempre come possa essere possibile che le persone che si sono ribellate a questo siano pochissime
e vivendo a contatto con persone che parlano il tedesco so per certo che sono miei fratelli, senza alcun dubbio, ma mi chiedo come possa essere vero, ma a volte il loro accento, il loro tono è così terribile che mi vien spontaneo pensare come possa essere possibile che un intero popolo sia stato zitto mentre degli invasati malati procedevano in quell'orrore....
scusate...
so che non si fa di tutta un'erba, un fascio, ma niente fino ad ora mi ha aiutato a capire questa cosa




Nomadi - La canzone del bambino nel vento (Auschwitz) (Live)

LA CANZONE DEL BAMBINO NEL VENTO 


son morto ch'ero bambino
son morto con altri cento
passato per un camino
e adesso sono nel vento. (x 2)

Ad Auschwitz c'era la neve
il fumo saliva lento
nel freddo giorno d'inverno
e adesso sono nel vento. (x 2)

Ad Auschwitz tante persone
ma un solo grande silenzio
che strano non riesco ancora
a sorridere qui nel vento. (x 2)

Io chiedo come può l'uomo
uccidere un suo fratello
eppure siamo a milioni
in polvere qui nel vento. (x 2)

E ancora tuona il cannone
e ancora non è contenta
di sangue la bestia umana
e ancora ci porta il vento. (x 2)

Io chiedo quando sarà
che l'uomo potrà imparare
a vivere senza ammazzare
e il vento si poserà. (x 2)





E POI COME NON RICORDARE PRIMO LEVI  
con il suo SE QUESTO È UN UOMO

Voi che vivete sicuri
nelle vostre tiepide case,
voi che trovate tornando a sera
il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
che lavora nel fango
che non conosce pace
che lotta per mezzo pane
che muore per un si o per un no.
Considerate se questa è una donna,
senza capelli e senza nome
senza più forza di ricordare
vuoti gli occhi e freddo il grembo
come una rana d'inverno.
Meditate che questo è stato:
vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore
stando in casa andando per via,
coricandovi, alzandovi.
Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
la malattia vi impedisca,
i vostri nati torcano il viso da voi.

Primo Levi











mercoledì 25 gennaio 2012

TERREMOTO 2

quello del 29 ottobre 2011  : terremoto 1

Stanotte all'una circa
Non l'ho sentito
e poi stamattina
uno sciame sismico

4.9 scala Richter

ma non l'ho sentito
e menomale!

sono concentrata, su alcune questioni di lavoro
e di rapporti umani 
tra personaggini un filino troppo boriosi e fantasmi del passato troppo grassi per metterli in un cantone
e poi!!!! ora un piccolo incidente con l'auto: MIO MARITO che sostiene di NON stare troppo incollato a quello davanti, ha tamponato un Krukko incapace di guidare...uffa
e poi mi dicono che a Verona la protezione civile sta evacuando ospedali e scuole...mah...
e io non l'ho sentita...
mi sa che quest'anno bisestile e per giunta con la profezia dei Maya, sarà proprio un anno indimenticabile


martedì 24 gennaio 2012

come rovinarsi l'umore

stasera ho chiamato un amico
un pò per lavoro, molto per amicizia
e lui mi risponde molto gentilmente, come sempre.
con lui ci sono delle persone
mi dice che una di loro mi saluta, e io tutta allegra contraccambio
"ma chi è???? "chiedo
e mi dice nome e cognome e io mi raggelo in un batter d'occhio
e poi , l'amico prosegue dicendomi che l'altro è meglio non salutarlo
e in quel mentre, sento la voce ODIOSISSIMA
il suo accento inconfondibile
una delle persone che preferivo non sentire più! 
a dire il vero ogni tanto qualche pettegolezzo mi arrivava sul suo conto, ma devo dire che la mia reazione non era altro che qualche sorrisetto e una battuta- al massimo- scuotendo un pò la testa. Mentre il mio profondo si compiaceva perchè mi ero allontanata di quella persona perfida e maligna che tanto mi ha fatto soffrire. Ora ammetto anche che è grazie a quell'annuncio che lui fece mettere sul giornalino del paese di 7 anni fa che ho trovato il mio lavoro attuale e che lui mi ha permesso di ritornare nel mondo del lavoro, e per questo gliene sono grata. Ma due anni e mezzo fa ho chiuso con lui. Lui e le sue minacce, lui e la sua presunzione, lui e i suoi progetti senza senso, lui e il suo prosciugare i fondi dell'azienda affamando tutti gli altri. Tutto si è chiuso il 31 luglio del 2009. E io ho continuato a lavorare nel settore grazie alla fiducia di persone giovani e molto ben motivate, rispettose e fiduciose.
Lavorando nello stesso settore, è chiaramente facile sentire parlare e probabilmente incontrarsi, priamo poi.
Quello che mi turba e che mi fa imbestialire, accecandomi e facendomi sragionare, è che lui non abbia la capacità, a 50 anni suonati di andar avanti, di chiudere, di ignorare e farsi gli affari propri!
Invece mi viene riportato che mi augura ogni male, che mi addossa responsabilità di ogni genere per giustificare i propri insuccessi e incapacità. 
Stasera vedo nero
stasera ho bisogno di sostegno psicologico e morale
e non lo nego
mi destabilizza, mi sento un animale in gabbia  consapevole che qualsiasi azione mi farà sbattere sulle pareti della mia prigione. Ma quella voce...avete presente la vocina di Morton, nemico di Rogger Rabbit? 
Ecco...mi fa quell'effetto
Mi fa raggelare, mi chiude lo stomaco, mi fa ribrezzo e provoca una rabbia incontenibile
e se me lo trovassi davanti? Non so cosa potrei fare!
Lo ammetto
e questo mi indigna ancor di più
Dovrei lasciar correre
lo so...






arghhhhh che rabbia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!



lunedì 23 gennaio 2012

CREMA DI CENERENTOLA, meglio conosciuta come CREMA DI ZUCCA

4-anni-300-post

riporto il post precedente , dove dissi di voler partecipare ma che mi ci voleva un pochino di tempo.
http://erika-unatrentinaineppan.blogspot.com/2012/01/giveaway-di-blog-compleanno-4anno.html

eccomi, ora ho appena fatto una cosa che non facevo da un pò e che può essere interessante

la CREMA DI CENERENTOLA
 ovvero la crema di zucca in versione Erika


  • zucca 500gr
  • carote 300 gr
  • patate 200 gr
  • una cipolla non troppo grande
  • sedano una gambetta

dopo la cottura aggiungere a piacere

  • una grattugiata di zenzero 
  • una grattugiata di noce moscata
  • un pò di curry 

  • per renderlo più ricco e cremoso, 200ml di panna

al momento di impiattare:

  • dadolata croccante di pancetta o speck ( da far saltare in padella)
  • crostini di pane profumato:  saltato in padella con aglio, prezzemolo e un pò d'olio ( nella stessa padella dove si è saltato i dadini piccoli piccoli di pancetta, così da insaporire per bene il tutto)


Mondare e tagliare le verdure,  metterle in pentola con un buon brodo di carne, oppure di verdura e/o di dado. Io cucino in pentola a pressione il tutto e dal momento in cui fischia, contare 20 minuti.
Nel mentre tagliare a dadini piccolissimi la pancetta, calcolate 2 o 3 mm. Saltarli in padella, rendendo la pancetta croccante. Appena fatto, togliere la dadolata e porla in un piatto e nella stessa pentola saltare il pane raffermo, che avrete tagliato a cubetti ( circa 1 cm di lato) e cosparso di olio d'oliva extravergine, prezzemolo e un pò di trito d'aglio ( sempre se non vi disturba).
Sfiatare la pentola e poi aprire! Frullare tutto, aggiustare di sale, se necessario e aggiungere le spezie a piacere e la panna, se vi aggrada. Impiattare con la dadolata di pancetta croccante, e mettere in tavola i crostini di pane profumato ancora caldi. Un filo di olio extravergine d'oliva e grana grattugiato a piacere, per finire.


Il successo con le principesse di casa è garantito ( almeno fino a quando smettono di credere alle favole), ne sono certissima, perchè ho usato spesso il trucco delle favole per far mangiare ai miei figlioli le minestre e le zuppe di verdura.
Prometto di raccontarvi le altre minestre e le favole che mi inventavo, mentre le preparavo, per incuriosire, divertire e far mangiare ai miei cucciolotti le mie buonissime minestre.

Ho il cellulare scarico e non ho potuto fare le foto, che avrei inserito, prometto di rifarmi quanto prima!

BUON APPETITO!!!!!




domenica 22 gennaio 2012

Meme delle Fiabe!

ho conosciuto MELINDA e subito prendo il suo meme sulle fiabe

perchè a 42 anni e mezzo credo ancora che le fiabe siano possibili
perchè alcune di esse sono nel mio DNA
perchè quando leggevo ai miei bambini,io mi commuovevo sempre e loro, stupiti nel vedermi piangere mi chiedevano perchè e io non riuscivo a dire una parola, fino a quando tutti scoppiavamo a ridere e smettevo di leggere. Poi le fiabe le lesse poi il più grande per tutti e 4, appena seppe farlo, e le sorelline erano affascinate dal fratellone che sapeva leggere e non si commuoveva. E io, fuori dalla porta, invece ascoltavo e con il groppo in gola e le lacrime agli occhi, sospiravo sognante....

quindi iniziamo ....C'era una volta...


1) Qual è la tua fiaba preferita?

penso sia Cenerentola, il primissimo film di Walt Disney che ho visto all'età di 4 o cinque anni. Ricordo ancora il vestito di cielo che provai a disegnare , poi a casa....















2) Quale quella più odiata?
la piccola fiammiferaia , terribile...me la raccontò la mia maestra alle elementari, della quale non ho proprio dei bei ricordi...  












3) Qual è il tuo cartone animato Disney preferito?
La spada nella roccia
troppo bello tutto quanto, Semola, Mago Merlino, Anacleto, Maga Magò...le canzoni...tutto!











4) Quale sogno vorresti che la bacchetta magica della Fata Madrina rendesse vero?
ehm...tornare ai miei vent'anni, rifacendo tutto ma con la saggezza dei 40!
















5) Il tuo cattivo preferito?
ma che domande!!!!! MAGA MAGO', naturalmente, che poi così cattiva non riesce nemmeno ad essere  
poi penso a CRUDELIA DE MON, che nella mia fantasia di bimba, incarnava il male per eccellenza, anche se poi, di cattivi, ce ne sono stati moltissimi e tutti con il loro fascino ...






6) E adesso il principe azzurro dal quale vorresti essere salvata...
ehm...da nessuno!!!! non ci credo più e da molto tempo, ai principi azzurri. Però le favole mi hanno molto influenzata e devo dire che, mio marito per certi versi ricorda i principi azzurri...Ma nessuno riuscirà mai a farmi dire che il maschio è un principe azzurro!











7) Quale dei sette nani ti rappresenta di più?
Brontolo, in assoluto! Pesnate che pure il mio cognome, che discende dal cimbro, significa proprio Brontolone....e non è che è proprio solo negativo, esserlo... 











8) Se Mago Merlino potesse tramutarti in un animale per un giorno, quale vorresti essere?
Ribes, il nostro riccio. Perchè era simpatico e molto intelligente e affascinante














9) Se fossi Raperonzolo, come trascorreresti le tue giornate chiusa nella torre?
ad ascoltare la radio, canticchiando, a leggere e dormire e osservare il mondo dall'alto...sì, per un pochino potrebbe andarmi bene, poi vedrei di risolvere in qualche modo la situazione
questo è il fiore RAPERONZOLO DI ROCCIA, che vidi in sul gruppo del Brenta tanti anni fa





10) E ora... scrivi la prima frase che ti viene in mente di una delle canzoni Disney!
Basta un poco di zucchero e la pillola va giù
 la pillola va giù la pillola va giù Basta un poco di zucchero e la pillola va giù tutto brillerà di più




11) Quale frase ti sussurrerebbe più spesso all'orecchio il Grillo Parlante se lo avessi sulla tua spalla?
di avere PAZIENZA e fiducia, ecco cosa continuerebbe a dirmi
ma non prometto che mi comporterei diversamente da pinocchio: una martellata "ogni tanto" la rischierebbe anche con me, poveretto!











12) Se tu possedessi le scarpette rosse di Dorothy dove vorresti che ti trasportassero?
in Canada, tra la neve e i boschi immensi....










13) Se dico "C'era una volta..." come proseguiresti la frase? 
(P.S.: non scrivere tutta la storia, solo l'incipit!)
C'era una volta, in un bosco, un prato magico che di notte si ravvivava di piccoli esseri luminosi....
















e ora divertitevi voi, miei cari!








la Hit-parade della settimana della mia nascita


Ho appena letto il blog di  MARUZZA
L’avevo già fatto su FB tempo fa, ma essendo una domenica noiosa a casa, mi sono divertita a rivedere le 10 canzoni in Hit-parade  nella settimana in cui sono nata.
Nel lontano, oramai, 02/05/1969. Era un venerdì.  Mio padre aveva 1000 LIRE in tasca e con la metà di esse comprò una rosa rossa per mia mamma. 

Così pubblico le canzoni che vendevano di più in quella settimana

in effetti mi fa sentire un vecchietta...quanto tempo...che impressione...alcuni video sono originali di quel'anno...


HitParadeItalia   -   Top10 del 26 Aprile 1969
      1.     Eloise - Barry Ryan




rilancio il MEME a chiunque voglia divertirsi un pò






paradiso e rami secchi

per me, per te e per tutti

in un deserto di Nonsodove viveva un MAGNIFICO UCCELLO.

Aveva il suo regno su un albero che ha un solo ramo secco.Lo viveva come un Paradiso.
Non conosceva altro.



Una terribile notte, durante una temporale, un fulmine colpì proprio il ramo secco dell'albero e lo incenerì.









Il Magnifico Uccello si salvò, ma al mattino guardò sconsolato e disperato il suo Paradiso andato in fumo.
Per qualche giorno rimase nei paraggi, svolazzando in cerca di cibo e riparo, disperandosi.
Poi, preso dalla fame e dalla solitudine, prese il volo.
Senza un'idea, senza meta. Con il cuore gonfio di disperazione e gli occhi offuscati da lacrime dolorose.




Volò via, lasciando tutto ciò che per lui era il Paradiso: il suo nido, il suo riparo, la sua sicurezza.



E,sorpresa incredibile , dietro la prima grande duna, dove il Magnifico Uccello non si era mai spinto, trovò una meravigliosa oasi, ricca di verde, di acqua e di altri meravigliosi uccelli simili a lui , che lo accolsero festanti.


Morale: lasciamo indietro i rami secchi, non aspettiamo troppo a tagliarli. Molto spesso l'oasi paradisiaca è proprio dietro la prima grande duna.

Dobbiamo avere FEDE, quella vera, quella nella vita e nelle opportunità che essa ci offre, dobbiamo solo coglierle al volo!


chiedi, credi e ringrazia

una regola che vale sempre!







sabato 21 gennaio 2012

Ogni giorno, nella storia... : Ecco...

Ogni giorno, nella storia... : Ecco...

giveaway di blog-compleanno. 4°anno

non è del mio blog che si parla ma di questo:

La finestra sul mio mondo di Elisa


sono rimasta colpita, e vorrei partecipare, ma devo ammettere che con molta difficoltà sto cercando tra i miei cavalli di battaglia e sono estremamente indecisa...
torta di mele?
pasta fresca al porcino?
vitello "tonnellato"? ( versione esclusiva chiamata così dalla mia cognatina)
salmone e aneto?
.......
in effetti potrei descriverle tutte, queste e altre ricette che mi potrebbero venire in mente, ma io SONO a DIETA ! e mi arrabbio se devo parlare di cose buone e da mangiare...anche perchè non sono poi così male come cuoca


insomma...è anche ora di pranzo...e ho un certo languorino

venerdì 20 gennaio 2012

Gattina Rompina Foto nuove

 Sherry   7 maggio 1998  † 20 gennaio 2012
oggi

SHERRY APPENA ARRIVATA A CASA NOSTRA, la chiamavamo piccola CILIEGIA ( scritto così)
Estate 1998

                        
SHERRY E LA SUA GRAVIDANZA , PRIMAVERA 1999

SHERRY e la sua cucciolata 12.05.1999 , un capolavoro!
La piccola Nukky a un giorno di vita








SHERRY e Nukky che dormono insieme
UN LEGAME INDISSOLUBILE






Mi mancherai, tanto...
se fosse stato possibile non l'avrei fatto
le ho provate tutte, ma era impossibile per tutti
e forse anche tu te ne sei resa conto
Mi mancherai tanto

forse un giorno riuscirò a raccontare di te, oltre a commuovermi davanti alle tue foto...




ATTENZIONE, LEGGERE ATTENTAMENTE

giovedì 19 gennaio 2012

Meme cartoon

MARUZZA LUNGA FEDERICA  e molti altri stanno facendo questo meme sui cartoni preferiti.
all'inizio volevo ignorare per un solo principale motivo :
COME POTER SCEGLIERE TRA I CLASSICI E LE NOVITÀ ?


ma poi ho ceduto, ma la classifica non la posso  fare non ci riesco!


Parto con gli ARISTOGATTI , perchè hanno segnato da sempre la mia vita , infatti ho tre gatti... non a caso...










I'm A Believer Shrek Music Video
proseguo con SHERK , uno due  tre
impossibile per me non riconoscermi in Fiona, cicciottella e romantica, magari verde ogni tanto







continuo con l'ERA GLACIALE, con Scrat e la sua ghianda, Sid e la sua irriverenza, Manny il mammuth paziente e Diego la tigre con i denti a sciabola da cuore d'oro









per arrivare a WALL-E e la sua romaticissima storia d'amore capace di poesia e di eroismo come nessun altro






non dimentico KIRIKU' E LA STREGA KARABA'   perchè i colori mi hanno colpito il cuore come nessun'altra occasione










ma non scordo HEIDI, GOLDRAKE, CANDY CANDY, L'APE MAIA.... che insieme a TOM E GERRY e GATTO SILVESTRO , YOGHI E BUBU.... hanno  riempito la mia infanzia e fatto sognare ....


martedì 17 gennaio 2012

L'ho fatto!

Ho tolto tra la lista dei miei preferiti un BLOG
era una cosa carina, mi piaceva
ma negli ultimi tempi non ha postato nulla, e poi sono cominciati quegli annunci che si rivelavano per lo più indirizzi per siti per cercare l'anima gemella , nel migliore di casi.
Uscivano come post, io andavo a vedere che cosa postava la persona, e mi ritrovavo proiettata tra culi e tette
Non mi scandalizzo, ma se voglio vedere/consultare certe cose ci vado di persona.
Ho provato a scrivere alla titolare, ma non mi ha risposto, quindi dopo un pò l'ho cancellato dalla lista dei miei blog preferiti. Sono certa che la signora che trattava magistralmente di arte del ricamo e altri lavori femminili, non sappia di questa cosa.
E spero che legga il mio messaggio
Ma intanto me la sono tolta dai piedi.


domenica 15 gennaio 2012

c'è sempre un senso in ogni cosa!

la mia amica PAOLA mi ha dedicato questo
e lo trovo fantastico come augurio, come speranza, come messaggio di VITA vera!
lo dedico a tutti, a chi mi segue e a chi capita qui per caso !

http://paolamalcotti.blogspot.com/





sabato 14 gennaio 2012

TORNASSI INDIETRO

oggi ho rivisto la mia scuola, ancor più bella di quando me ne andai una vita fa
ho rivisto alcuni dei miei insegnanti
ho visto alcuni insegnanti giovanissimi dei nuovi indirizzi
è una scuola umanamente fantastica
una scuola che ti insegna molto
in un ambiente diverso
informale
e dove ci si può esprimere, dove si può sperimentare
e dopo i cinque anni uscire e avere mille opportunità
ci ho portato mia figlia e un suo compagno di classe
il ragazzino se ne è innamorato
mia figlia è rimasta indifferente ( non sa decidersi a quale scuola iscriversi)
mentre la sorella più giovane non vede l'ora di aver finito le medie ( è in 5° elementare) per poter iscriversi
Io l'ho rivista volentieri, è tutta colorata, quando la frequentavo io era tutta grigia, in quella sede così poco adatta a essere una scuola, quella che era stata la parte di uffici della Grundig.
era il mio quinto anno, il primo in quella sede
quanti bei ricordi
quanto mi piaceva quella scuola
e oggi l'ho rivista ancora più bella
più interessante, più eccitante, quante opportunità, quante scelte, quante cose nuove
avessi 13 anni e mezzo la sceglierei di nuovo
e quanto mi sono divertita
e quanto mi divertirei
ne sono certa
tornassi indietro mi iscriverei di nuovo
sicuramente

LA MIA SCUOLA




mercoledì 11 gennaio 2012

BASTA UNA TELEFONATA

basta una telefonata e l'umore cambia repentinamente
di solito è colpa di persone vicine, molto vicine
a volte è per lavoro
Non ci riesco a far finta che mi va bene tutto
non riesco a sopportare l'arroganza saccente di chi dovrebbe invece restare umile
non riesco ad accettare che ti venga detta una cosa che non conosci e poi per questo essere giudicata
Non ci riesco proprio
se poi aggiungi che queste persone sono talmente ignoranti ... ecco mi incazzo proprio
e anche se non glielo dirò mai, mi fa schifo tutto questo! ecco...l'ho detto
e mi è bastata una telefonata per farmi girare a mille le scatole...
ma un minimo di umiltà, un minimo di ragionevolezza, un minimo di pudore, un minimo di intelligenza, un minimo di decenza...santo Dio...
e se penso che sto parlando di XXX XXXXX... ecco ...non mi resta che piangere...


non ci riesco a sopportare ancora...



TIME TO KILL

TIME TO KILL



For your own good
For your demons
For your husband
For your son
For love, for love
A life on prayers
You will be coming back to us
For better days
Better days
If you are just
Nights and days
If you❝re just hears a way
If your time really stand still
We just have time to kill
Time to kill
Against our will
Against all respect for faith
Against all sense
Against love, against love
We are locked out
From your secret place
For love, for love
But if you are just
Nights and days
If you❝re just hears a way
If your time really stand still
We just have time to kill
Time to kill
If you are just
Nights and days
If you❝re just hears a way
If your time really stand still
We just have time to kill
Time to kill



martedì 10 gennaio 2012

SFIDA DI LETTURA LEGGIAMO 2012

leggiAmo 2012 LA MAGIA DEL VENTO

una sfida MOOOLTOOOO interessante, ma che mi ha spaventato : 35 libri in dodici mesi. 3 libri in media al mese! Ma chi ha tutto questo tempo????? Poi è stata ammessa la sfida SOFT... e allora mi sono lasiata "convincere", non perchè non ritenessi la cosa interessante! ANZI!!!! La trovo bellissima, ma io conosco i miei limiti e di quanto sono indegna, in certe occasioni .
Io che leggo nei ritagli di tempi, nelle attese causate dagli impegni dei figli, nei momenti rarissimi di pausa. Prima di dormire mi è quasi impossibile, dato che crollo appena mi fermo sia di giorno che di notte, mi basta poggiare la testa in una vaga forma di relax ( mi basta il poggiatesta del sedile dell'auto oppure il divano, stando seduta, perchè se mi sdraio è logico rilassarmi e dormire, mi basta di reggere la testa mentre lavoro e poggiarla sulla scrivania che in 3 secondi cado in un sonno profondissimo...sono incredibile)
Leggo più  facilmente durante l'estate, quando i figli hanno ritmi e impegni più umanamente compatibili con quelli della sottoscritta.
E poi mi capita sul serio di innamorarmi del libro che leggo, e quindi pur avendo tanta voglia di leggere, di riempire quei momenti, mi risulta impossibile appassionarmi a un nuovo libro, a un nuovo modo, a un nuovo filo conduttore. Mi è successo con IL CACCIATORE DI AQUILONI E MILLE SPLENDIDI SOLI, e recentemente con MANGIA PREGA AMA e GIURO CHE NON MI SPOSO.  Quindi capita, che per un pò io non riesca proprio a leggere se non qualche blog, qualche giornale o rivista, qualche cosa "veloce" .
Ho il comodino invaso dai libri che mi sono stati regalati, o che ho comprato, o che per vari motivi mi sono stati consigliati. Alcuni sono lì da anni...ignobile che sono....  
Ecco la mia lista, una lista che non ha un senso di importanza, sono solo i libri che ho iniziato a leggere e lasciato per vari motivi, che non ho mai iniziato e che vorrei iniziare, che riempiono il mio comodino, creando quel sano disordine che mi appartiene e che vendo come genialità
1. ROSSO VERMIGLIO - di Benedetta Cibrario
2. ZENZERO E CANNELLA Di Sarah Kate Lynch
3.INSIEME COI LUPI di Nicholas Evans
4.LA MISTERIOSA FIAMMA DELLA REGINA LOANA di Umberto Eco
5. NEL BIANCO di Ken Follet
6. BELLA,RICCA E STRONZA Di Giulio Cesare Giacobbe
7. IL PROFUMO DEL TE' E DELL'AMORE di Fiona Neill
8. IL POTERE DI ADESSO di Eckhart Tolle
9. APPUNTAMENTO A GLENMARA di Heateher Barbieri
10. GRAMMATICA DELLA FANTASIA di Gianni Rodari
11. L'ORRIBILE KARMA DELLA FORMICA di David Safier
12. SONO UNA RAGAZZA MERAVIGLIOSA Di Elisabeth Wurtzel
13. EVA DORME di Francesca Melandri
14. BASTA CHIACCHIERE di Mirco Gasparotto
15.IL LINGUAGGIO SEGRETO DEI FIORI di Vanessa Diffenbach
16. I 9 GIOIELLI INETRIORI di KEllyna Cmapbell
17. FRAGOLE E CHAMPAGNE di Sarah Kate Lynch
18. IL TEMPO NON SI FERMA PER I TOPI di Michael Hoeye
19. IL SEGRETO DEI GEROGLIFICI di Christian Jacq
20.IL CUORE CUCITO d Carole Martinez
21. VENUTO AL MONDO di Margaret Mazzantini
22. LA DONNA DALLA CODA D'ARGENTO Di Hernàn Huarache Mamami


Ammetto senza lode e senza infamia che la cambierò, che la completerò con altri libri, che comincerò e e interromperò mille e un libro per iniziare un valido sostituto.... e che mi addormenterò su ognuno di essi, sognando ...

lunedì 9 gennaio 2012

PRIMO GIORNO

Oggi è lunedì
Il primo giorno della settimana
Il primo giorno della prima settimana LAVORATIVA del 2012
Il 2012 : dicono tutti che sarà un anno difficile, MOLTO difficile.
Io mi lascio suggestionare, poi allontano i pensieri, poi riaffiorano le paure, e le ricaccio.
Oggi è stato un buon giorno
Oggi è stato un buon giorno
Oggi è stato un buon giorno
lo RIPETO TRE VOLTE
per rendermi conto che non è un sogno.
Perchè questo è l'anno dei miei sogni
"Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni"
Se il buongiorno si vede dal mattino, questo è stato un buon giorno!
Controvoglia mi sono recata a farmi del bene ( io e qualsiasi attività sportiva non andiamo d'accordo, ma mi sforzo, per il MIO BENE) e l'ho fatto. L'ho fatto e poi sono rimasta attiva per tutto il giorno. Solo per questo MI fa sentire bene.
E io ci credo in questo anno! Sarà dura, farà male, ma poi arrivi in fondo e la ricompensa è che i tuoi sogni , i tuoi progetti, la tua vita progredisce e si compie tutto ciò per cui hai sudato, hai pianto, hai riso, hai perso le notti, hai litigato, hai amato, hai cambiato mille volte idea, per tornare sulla prima. Io mi butto e passo dopo passo, giorno dopo giorno, mi lascerò stupire...
E sia quel che deve essere

venerdì 6 gennaio 2012

GIORNATA SPECIALE

Siamo partiti per un pranzo a Miola di Predazzo. Abbiamo deciso così, su due piedi, senza troppa premeditazione. Ho "comprato" il pranzo alla vendita per beneficenza del giorno di Natale di Radio Dolomiti. Dopo un'ora di viaggio ci troviamo in una stradina in salita ricoperta di neve, fiancheggiata dal bosco dove gli alberi "suonano" e dall'altra un 'immenso prato scosceso e coperto dalla coltre di neve che veniva spazzolata dal vento. Arriviamo in un piccolo parcheggio dal quale si scende e si arriva al RISTORANTE MIOLA  che domina la valle con una vista magnifica. Il locale è tipicamente trentino, con una sublime cucina di piatti trentini fatti da mani esperte con ingredienti del posto e presìdi Slow Food. Deliziosi formaggi, fantastici canederli al formaggio, polenta e funghi con lo spiedino succoso e un prezioso, delizioso, fantastico gelato allo yogurt di latte di capra.
Io e mio marito, abbiamo mangiato tutte queste gradevolissime cose in un ambiente a metà fra rifugio di montagna e malga d'alpe, trovando il grande calore delle persone vere, che solo in questi posti si possono incontrare.

Non dimentichiamo il Merlo Cesare e il maestoso un gattone color Champagne, sicuramente il  Re della casa ,  che all'uscita si fa coccolare da tutti.








E poi abbiamo passeggiato a Predazzo, mentre scendeva una leggera nevicata portata dal vento. Infine ci siamo spostati a Cavalese, dove finalmente ho avuto la sensazione di vedere l'effetto Natale e incontrarmi con l'inverno

 
Poi, al rientro la Luna, splendeva in cielo illuminando la neve, rendendo la Terra fluorescente illuminando il paesaggio con la luce diafana dei sogni. E abbiamo parlato e riso e ancora parlato. Rari momenti di semplicità, che nel caos quotidiano ci sono vietati e sfuggono e ci rendono due binari che corrono paralleli senza (quasi) toccarsi mai...
e per tutto il tempo è stato magico, speciale, molto intimo e SEMPLICE...

Quanto poco serve per stare bene! Un pranzo in un posto nuovo, una passeggiata in una cittadina di montagna, due chiacchiere, un viaggio in auto da soli e ora stanchi e sazi ci manca solo di dormire e riposare bene e a lungo  ......

giovedì 5 gennaio 2012

QUATTRO NOMI

Stanotte ho ripensato alle migliaia di volte che mi sono sentita chiedere con fare stupito : "TUTTI CON LA STESSA INIZIALE????" e sempre con la stessa sorpresa alla mia risposta : "MA NO, NON E' VERO, L'AVETE FATTO APPOSTA!"
Vi assicuro  che NO, NON LO ABBIAMO FATTO APPOSTA!
Ora vi spiego.
Ero seduta al mio posto di lavoro, nello stesso ufficio di quello che sarebbe diventato mio marito, già padre del cucciolo che portavo in grembo ormai da 8 mesi. Si parlava di nomi. A quel tempo me ne ronzavano in testa molti, e tutti per maschietti. Quindi per questo motivo ERO CERTISSIMA CHE LA CREATURA FOSSE UN OMETTO.
Mio marito, mi chiese "TI PIACE MICHELE ?" e io pensando ai "micheli" che conoscevo allora, ho storto un pò il naso. Senza lasciarmi parlare mi disse " E MICHAEL?" (alla tedesca) e mi si illuminò lo sguardo. Era il SUO nome, ne fui certissima! Una sensazione che solo una donna incinta conosce, una potenza, una forza talmente femminile che non ci sono descrizioni precise. LO SAI, PUNTO!
Da quell'istante il cucciolotto si sarebbe chiamato MIKI, diminutivo di MICHAEL, che stava benissimo con il cognome. Nacque e mi dissero che era un maschio, e io dissi loro con tono perentorio " LO SO! L'HO SEMPRE SAPUTO!!!!" ( e questa è stata una sensazione che mi sono portata avanti per tutte le altre mie gravidanze). Ora il Cucciolotto MIKI, si chiama sempre MIKI, ma è alto e bello e sta per compiere 18 anni. A scuola gli insegnati provano a chiamarlo MICHAEL, ma lui gentilmente dice loro , MIKI , BITTE! ( o PREGO, a seconda dei casi) Solo il nonno paterno, ogni tanto lo chiamava MICHELE, all'italiana...
DICIOTTO ANNI! Tanto tempo, una vita...
Poi è arrivata , di lì a un anno e mezzo, la voglia di dare un fratellino o sorellina a MIKI. 
Dopo molte prove ( eh...sì! ci divertimmo un sacco...) in un giorno di novembre mi svegliai con uno strano (mica tanto! ) malessere e due anni e 4 mesi dopo Miki,  nacque MARTINA. 
Il nome lo scelse sempre il papà. Forse sull'onda della Colombari, in quegli anni il nome Martina è stato inflazionatissimo. Comunque, sapevo che era una femminuccia, e così fu! Lei nacque sorridendo e con gli occhi apertissimi e grandissimi a guardare il mondo con la sua innata solare allegria, in una mattina di fine luglio. Cominciò a piangere due giorni dopo, ( maledette colichette) e per 40 giorni non fece altro! Fino a quando alle sei di una mattina, disperata, le dissi" figlia mia, o la smetti o ti restituisco al mittente!" . Detto fatto. Lei smise di piangere come d'incanto. Le piaceva troppo questo mondo, evidentemente! La definisco il MIO SOLE: e aggiungo sempre, che troppo sole, può bruciare! MARTINA, bella, solare, simpatica, intraprendente e soprattutto, intelligente e vivace, irraggiungibile talvolta e imprevedibile.
Con questo mi pareva di avere raggiunto la perfezione. Un maschietto stupendo, una femminuccia bellissima.
Ma la vita risponde sempre alle VERE richieste.
Durante l'esame di terza media, invidiavo la mia amica - quarta figlia- che aveva davanti due sorelle e un fratello, che anche se non facevano chissà che, le avevano spianato la strada in molte cose, come la scuola. Io ero la primogenita, poi dopo di me "solo" un fratello. In preda a una crisi di panico da esame, guardando il cielo ( lo ricordo come fosse ieri) dissi " Anche io voglio una famiglia numerosa, come quella di Giuliana".
Infatti 22 mesi dopo MARTINA, in una notte di maggio nacque MARIANNA. Il nome piaceva da sempre a ME! Ma era il nome della ex-morosa di mio marito, e mi pareva brutto metterlo alla prima femminuccia. In più in maggio si festeggia santa MARIANNA. E il termine cadeva proprio nel giorno di Santa Marianna: era un segno, mi dissi. E così è stato semplice scegliere quel nome, anche perchè SAPEVO fosse una femminuccia. Fu concepita la notte dell'incidente di Lady D. Seppi subito , ve lo garantisco, che ero rimasta incinta.Una mezz'ora dopo il rapporto, mi alzai di soprassalto con la certezza di aver appena concepito una vita. Non lo dissi a nessuno, ma ERA COSI'! Infatti dopo, 38 settimane esatte, lei uscì dalla mia pancia.
Nacque "arrabbiatissima" , forse perchè si è fatta tutto il viaggio in auto da casa all'ospedale, mentre la trattenevo altrimenti sarebbe nata per strada. Ha la pelle olivastra, e gli occhi color NUTELLA. Ed è bellissima e diversa da tutti. Lei è l'opposto di Martina. Ha un carattere deciso, ma mite e tranquillo, riflessivo e determinato. Lei dei quattro, è quella che somiglia a me nei tratti, ma non nei colori. Gli altri tre sono sicuramente dei Koessler in ogni senso. Miki è la copia del padre, anche se più bello (chiaramente merito mio, ahahhahah). Martina, assomiglia tanto alla sorella più giovane di mio marito. Marianna è stata quella che mi svegliò dalla certezza tutta sbagliata di onnipotenza che avevo. Mi ha dato una serie di messaggi chiarissimi sul senso della vita. Donandomi la vera sensazione di essere MADRE che fino a quel momento provai solo come se fosse un gioco. Passato un periodo molto buio, decisi che dovevo "benedire" la nostra unione e chiesi a mio marito, sposato nell'agosto del '94 in comune. Sentivo quella necessità in maniera forte. La piccola stava meglio, anzi benissimo e quindi , decidemmo di sposarci in chiesa nello stesso giorno di 6 anni prima. Cominciai a organizzare il matrimonio in primavera. Sarebbe stata una cerimonia "diversa" e una festa allegra e informale. Infatti , ad esempio, in chiesa non c'erano fiori, ma frutta! E il classico pranzo di matrimonio, fu una fresca e allegra grigliata al Lago di Monticolo, mentre in mezza provincia si scatenavano tuoni, fulmini e temporali estivi di notevole potenza( fecero molti danni), noi fummo graziati. Ci sposammo con Miki che ci portò le fedi, Martina che mi riempiva di fiori di prato, tra cui qualche margherita e Marianna che dormiva in braccio alla zia, e la cucciola che cresceva nella mia pancia. 
Era una sera di aprile, mentre creavo con l'uncinetto piccoli centrini come bomboniera e i bimbi dormivano beati, che ebbi i primi segnali che qualcosa di inaspettato stava per arrivare. Iniziarono di lì a breve nausea e vomito che durarono troppo tempo, fino alla fine della gravidanza. Avrei voluto un maschietto, ma sapevo fin da sempre che anche in questo caso sarebbe stata una femminuccia. Nacque undici anni fa una domenica di fine gennaio un fiorellino di nome MARGHERITA. Il nome lo scelse Martina, qualche giorno prima della nascita della sorellina. Nacque in vasca, a Vipiteno, un ospedale all'avanguardia per regalare nascite dolci e rispettose di tutto. Era meravigliosa. ( lo so, l'amore di una mamma innamorata dei propri figli acceca in maniera incredibile la decenza e la misura in cui i ricordi riempiono la mente della stessa, e vi assicuro che nel corso del tempo questa visione paradisiaca è sparita molte volte dato la vivacità dei miei cucciolotti). Lei è molto diversa dagli altri . Lei è Margherita di nome e di fatto: è la bionda della famiglia, ha la pelle trasparente e gli occhi azzurri con una tendenza al pervinca. Assomiglia al carattere di Martina, e vi garantisco che si è fatta rispettare fin da subito da tutti. Il suo pianto acutissimo, mi fa ancora dire che se lei fosse stata una prima figlia, non ne avrei fatti quattro. Da piccola i vezzeggiativi  che gli amici  le appioppavano, variavano da MOZZARELLA a MARGARINA. Io la chiamavo PRATOLINA, come le mille pratoline del prato di casa...E assomiglia anche lei alla sorella di Max, mio marito. Max è il diminutivo di MASSIMILIANO. 
Ecco la storia vera dei quattro nomi dei mie figli. 
Oramai grandicelli, indipendenti, intelligenti, terribili come tutti gli adolescenti. Con i quali oltre alle solite arrabbiature, mi faccio sempre tante risate. Li guardo crescere, li ammiro quando con molta maturità sanno dimostrare le loro capacità, li invidio perchè hanno quel potere di poter cambiare le cose e spero che non si facciano MAI tarpare le ali, li amo quando si aiutano e aiutano gli altri, mi compiaccio per loro quando raggiungono i loro obbiettivi, mi arrabbio come una iena quando non rispettano le regole, e li lascio andare nella vita, guardandoli come da una finestra, pregando di avere dato loro la giusta dose di "buone cose" da seminare per raccogliere i migliori frutti.
Iniziano tutti per M, ma nessun disegno premeditato vi è dietro questo.
I loro nomi iniziano per M, come quello del papà. Il mio tirerebbe fuori dalla media, sarei la "diversa" se non fosse che un giorno, non ricordo quale dei quattro mi disse semplicemente " MA TU SEI LA MAMMA,!".
Sottolineando il fatto che iniziava con M 
M. EMME.
Mai un iniziale potrebbe essere più dolce come quella del nome più tenero per ognuno di noi. 
MAMMA
che meraviglioso dono esserlo
che fatica esserlo
che impegno esserlo
quanta responsabilità esserlo
quanti errori si fanno nell'esserlo
quanti pianti, quanti sorrisi, quante notti insonni esserlo
ma non c'è giorno in cui ringrazio di essere MAMMA, anche nei momenti più difficili.