mercoledì 29 febbraio 2012

L'ATTESA




L'attesa mi  porta in una strada in un bosco che pare incantato.
Scricchiolano le foglie sotto i piedi. Il cielo è perfetto, senza ombra di alcuna nuvola. 
Il canto degli uccellini chiama la primavera.

Il bosco sta ancora dormendo, ma pare girarsi, come quando la mattina presto ci giriamo nel letto, e sogniamo ancora, prima di svegliarci del tutto.

Tutto pare un richiamo al risveglio della primavera.
La panchina è un invito alla calma e alla pace e lasciare il pensiero andare oltre ogni steccato.

Oltre c'è ancora il bosco incantato, dove la luce del cielo porta lontano, lontano.
Dove tra poco i fiori copriranno le foglie secche e tutto brillerà di verde.

In attesa di un'altra attesa, mi nascondo nei piacevoli pensieri, nelle sensazioni leggere mi ricarico e lascio andare in alto, in alto, in alto la preghiera ... che arrivi a chi di dovere con tutto il mio amore sincero....

Nessun commento:

Posta un commento