domenica 21 agosto 2011

VACANZE

Queste due settimane centrali di agosto, non erano "previste" come vacanze, ma lo sono state di fatto, perchè mezzo mondo era in sostanza in VACANZA!
Quindi ho fatto le cose con calma, anche se non ho MAI abbassato la guardia: ufficialmente non sono in vacanza.
Non ho fatto le valigie, non ho percorso un tratto lungo di autostrada che mi portava in qualche luogo lontano da casa.
Ma di fatto sono state vacanze.
E ho fatto quello che in teoria avrei fatto in qualsiasi luogo lontano da casa: ho letto molto ( per lo meno, per il mio standard)
Ho fatto cose che solo in vacanza faccio: dormicchiare ad ore inconsuete, uscire a ore inconsuete, alzarmi a ore inconsuete.
Dovo ammettere che se le vacanze DOVREBBERO ritemprare, mi servirebbe un periodo MOOOOLTOOOO più lungo per rigenerarmi sul serio, non solo due settimane a cavallo di ferragosto.
Non siamo andati in VACANZA come ci si immagina, per vari motivi, e va bene così, abbiamo delle priorità che ci impongono delle rinunce e se i risultati sono tangibili, ogni sacrificio viene accettato .
Così eccoci qui, un giorno solo di mare, nemmeno programmato, vissuto come veniva, e vissuto tutto sommato più che ottimamente.
Oggi che è proprio l'ultimo giorno, sto tirando le somme.
Leggere mi aiuta a mettere in ordine le idee.
Scrivere a dar loro un nome.
E anche se ho avuto dei giorni "meno " buoni di altri in queste due settimane, quelli che quando sono passati ti fanno apprezzare i giorni "più" buoni, posso affermare con assoluta certezza che ho avuto molto !
Molto sul lato affettivo.
Molto sul lato umano.
HO AVUTO MOLTO!!!
E poi quella sottile sensazione di percorrere le strade giuste...
Quelle che sono segnate nelle stelle di queste caldi notti d'agosto ( finalmente calde, che quest'anno sono i primi giorni d'estate che arrivano a farsi sentire)
Quelle strade che uno spera semrpe di trovarsi davanti : dolci sentieri, costeggiati da prati fioriti, alberi ombrosi, collinette dolci e silenziose.
Quelle strade che non sai dove ti portano , ma che apprezzi per il solo fatto di percorrerle.
Giungeranno a qualche meta, prima o poi.
Non importa.
Importa solo che sono LE TUE STRADE.
E proprio perchè sono le strade giuste, sai che porteranno le cose giuste, a tempo debito.
Anche la fatica di percorrerle, è qualcosa di doveroso: sai che quando scollinerai, avrai davanti a te un paradiso tutto tuo.
Dove troverai le cose che aspetti da tempo.
NE HAI UNA SICUREZZA tale, che non puoi fare a meno di sorridere, di canticchiare , di alzarti alle cinque del mattino per guardare il sole sorgere e meravigliarti ogni volta come fosse la prima volta che lo vedi.
Ecco queste sono state le mie vacanze quest'anno.
Domani ricomincerà di nuovo tutto.
Domani potrò fare qualcosa che mi faccia sentire produttiva.
Domani, sarà come sempre.
Domani mi porterà le cose giuste e io ne godrò.
Perchè sto percorrendo quelle strade che solo in vacanza, e con NON poca sofferenza, ho capito che sono quelle giuste.
Conosci o approfondisci la conoscenza di certe persone.
Leggi e scopri di SAPERE cose che non credevi potessero essere condivise.
Parli e scopri che le cose che dici sono cose "giuste" per quel momento e per quella determinata faccenda per quella specifica persona.
Come se il puzzle della tua vita si stia formando più velocemente e consapevolmente del solito.
Ogni pezzetto va al suo posto e ne viene fuori quel prato che hai visto mille volte.
Dove i soffioni sembrano grossi fiocchi di neve e a ogni soffio di vento i semi vengono sparsi nel mondo e si poseranno per poi fiorire di nuovo a primavera.
Ogni semino vola con il paracadute che Madre Natura gli ha donato, si poggerà su un buon terreno e germoglierà a tempo debito.
Ogni semino un desiderio, un progetto, una speranza, un sorriso, un fremito di vita.
Queste sono le mie vacanze.
Tanti semini, tante idee,le mie mille capacità che nasceranno e fioriranno e daranno i frutti sperati.
Una ad una.
Ecco perchè penso che le mie vacanze, non conta il luogo o il tempo in quanto tale o meteorologico, siano vacanze preziosissime.
Per svuotarmi di certi pensieri, di certe faccende amare, dovrei godere di un periodo di stand by piuttosto lungo.
Questo è certo, ma non posso permettermelo,lo so.
Ma i figli stanno crescendo, saranno sempre più autonomi,e io, da questa loro autonomia, troverò tempo e spazio per me, sempre di più e ogni semino volato chissà dove e chissà quando, fiorirà !
Questo ora so, e alla fine, quando si ricorda il proprio passato, alla memoria tornano i momenti tragici ( purtroppo) e i mille momenti lieti, come le vacanze, PER FORTUNA!
Tante piccole grandi istantanee, dove il sole faceva brillare gli occhi tuoi, dove il vento giocava con i capelli, facendoti più bella, dove la fatica arrossava le guance facendoti più sana, dove il sorriso rispecchiava la tua felicità.
Queste sono le mie vacanze.
Senza dover viaggiare, oppure dormire in alberghi mediocri, o mangiar cibi sconosciuti,le mie vacanze , sono attimi.
Sono la cena al lume di candela per il nostro anniversario.
Sono il viaggio per portare le ragazze al campo scout.
Sono le risate in compagnia la sera in paese davanti ad una pizza.
Sono le riflessioni davanti al libro e le evasioni che mi regala.
Sono le piccole sorprese nei messaggi di mio marito.
Sono le lentiggini che si colorano sul viso, nonostante io trascorra le ore assolate rigorosamente all'ombra e piove troppo spesso per essere estate.
E io ringrazio, perchè la gratitudine non è mai abbastanza, quando sei consapevole di quanta ricchezza la vita ti abbia donato.
Pensando a domani, posso ritenermi fortunata, perchè il mio rientro al lavoro, lo so già, sarà soft.
Sempre pensando ai sentieri giusti è un sentiero dolce che porta in un bel bosco, ombroso, e fresco.
Domani sarà un buon giorno, e TRIPLICHERÒ la mia gratitudine, la mia energia, raccogliendo i frutti di quanto seminato.






Nessun commento:

Posta un commento