martedì 9 agosto 2011

una scultrice di pensieri

lo so
non parrebbe , ma ho capito che rinuncerei a molte cose, tra cui la TV.
ma non a internet
secondo alcuni sono drogata,e probabilmente non hanno tutti i torti.
ma qui incontro persone speciali
magari viste "fisicamente" solo per pochi minuti, ma con questo costante collegamento , dove i botta&risposta sono "più veri" che mai
a volte più profondi
a volte simpatici e intelligenti
a volte spassosi
a volte intriganti
a volte i post scatenano dibattiti infuocati, dove ci sono gli indignati che danno fondo a ogni tipo di ragionamento
ma per chi, come me passa molto tempo in casa
e non ama fare la casalinga
e deve aspettare le risposte del proprio lavoro
questo mondo è vero più del vero
è qualcosa che mi tiene legata all'esterno
è come trovarsi in ufficio, con i clienti, con i fornitori, con i colleghi, con i capi.
solo che se ti fanno girare le scatole, riesci a spegnerli, li allontani.
quindi è addirittura meglio, no?
e poi mi mancava tanto , ma proprio tanto questo spazio mio
questo momento dove scrivere parole che magicamente trovano un ordine preciso nella mia testa e danno il nome giusto alle cose che vedo, respiro, vivo, penso e dico
ecco
così ringrazio per la possibilità
per l'opportunità di poter scrivere
mi è sempre piaciuto
fin da ragazzina
scrivevo e scrivevo e scrivevo mille piccoli diari
dove annotavo disorganizzatissima i miei sentimenti e i miei pensieri
c'è stato un periodo in cui pregavo , scrivendo su un diario
in soffitta dovrebbe ancora esserci
che sciocca, a pensarci
o forse no
ero più furba e lungimirante di ora
avevo uno schema
avevo una costanza precisa e metodica
ecco perchè mi piace scrivere
perchè mi impone un metodo
una strada da seguire
dei binari da cui è difficile scartarsi
perchè quando parlo salto di qui e di lì
il discorso cambia sempre
mentre le parole scritte seguono un filo logico
la mia mente e le mie mani seguono dei tempi precisi
che impongono un metodo
come quando scali una via ferrata in montagna
da lì non puoi muoverti
è impossibile
e arrivi in vetta
senza perderti
il filo d'acciaio ti conduce esattamente dove devi arrivare
così è la scrittura
un cordino che mi porta a arrivare a una vetta
una traccia che mi concentra e mi porta in posti sconosciuti
a volte scrivo qualcosa che conosco dall'inizio alla fine
altre volte scrivo e la scrittura mi porta in punti che non prevedevo
questo è uno di quei casi
scrivo
senza punteggiatura
come escono i pensieri
come nascono i pensieri
sento la mia voce che li enuncia
con una dolce cantilena
e so che arriverò a dire che scrivo per concentrarmi su un'idea
per non farmi distrarre
è come quando scrivevo pregando
io pregavo Dio, e non mi perdevo in mille cose in mille pensieri
così ora, metto in ordine delle idee
i pensieri prendono forma
sono una scultrice di pensieri
come in un legno lo scultore vede il soggetto e toglie il superfluo fino a creare l'opera perfetta ( che otterrà solo dopo mille prove e mille insuccessi)
io metto in ordine le parole, tolgo il superfluo
i pensieri prendono forma
e arrivano i concetti
le certezze
le idee diventano progetti e come un progetto disegnato da un architetto diverrà un palazzo
i miei pensieri stanno costruendo una cattedrale
e la pace mi copre, mi entra dentro, mi pervade
ecco cos'è per me internet e la scrittura
una cattedrale perfetta,luminosa, altissima, preziosa dedicata al pensiero
Mio, minimo e unico, semplice e vivo.
e tutti i pensieri degli altri contribuiscono a questa maestosa cattedrale
io scrivo
chi vuole, può leggere
chi lo desidera , può conoscermi
se per caso riesco, a far pensare e riordinare il sentiero di pensieri di qualcuno... beh in quella cattedrale entrerà un pò più di luce
e io non demordo
ci provo e benedico questo mio lato
perchè se "dal perfetto aggiungi il perfetto, anche se il perfetto si perde per strada , rimane il perfetto", come ha scritto Liz Gilbert
e io mi benedico
E BENEDICO CHIUNQUE LEGGERA' I MIEI PENSIERI
SAPENDO CHE PRIMA O POI DIVERRANNO UN'OPERA D'ARTE













2 commenti:

  1. sempre un piacere leggerti...con o senza benedizione! :-)
    i tuoi post sono un po' come delle foto, istantanee dei tuoi pensieri.

    RispondiElimina
  2. detto da te, che conosco ( per ora) solo attraverso le tue foto e poco più, è un immenso onore. ( anche io mi dilettavo con una Nikon Reflex e con discreti risultati)
    l'intento è quello:senza lode ne infamia, solo descrivere in un immagine, un pensiero
    grazie a te, che lo hai saputo cogliere

    la benedizione è la gratitudine di condividere un momento particolare, mio, profondo o meno ,che sia.
    non è religione, è qualcosa di più "divino", se mi consenti il termine
    grazie ancora

    RispondiElimina