sabato 29 ottobre 2011

terremoto!


Stamattina ore 5.49, mi sveglio...mi giro e rigiro...passano i minuti....e poi guardo il cellulare per vedere l'ora e questo si spegne, in quel mentre sento un rumore cupo che scuote la casa. 
Pochi attimi...sembrava il vento forte che colpisce il tetto a raffiche da 300 km/h. 
Il legno del tetto, che mi sovrasta scricchiola e si lamenta, ma pochi, pochissimi attimi e tutto finisce.
Mi sono alzata, ho guardato fuori, ho alzato gli occhi al lampadario...boh...
Ho messo a caricare il cellulare, e sono tornata a letto, ma non ho più dormito....  E' proprio il rumore del terremoto che mi spaventa di più: un suono sordo, cupo, profondo, inafferrabile... ricordo ancora in maniera vivida  la scossa del famigerato terremoto del Friuli del 6 maggio del 1976. Avevo sette anni da poco compiuti, ma quel suono non potrò scordarlo mai, insieme al tavolo del nonno che sbatteva sul pavimento e l'albero fuori dalla finestra che pareva inchinarsi furente alla volontà di un essere abominevole. Mio padre che prese  me e mio fratello sotto braccio, malamente, la luce che si spegne mentre usciamo e scendiamo tre scalini prima di essere fuori dalla casa. Lo ricordo bene, come ricordo il mio pianto di bambina impaurita che chiedevo di tornare a casa mia, come se casa mia non potesse esser colpita da alcun che... 
Penso alla Turchia, dove lo scuotimento ha fatto danni immensi, e a tutti gli altri terremoti che hanno portato morte e distruzione. Credo che la Terra quando si muove in un punto, poi sposta equilibrio delle placche che si muovono in altri punti. Forse questa piccola scossa è una conseguenza del terremoto turco.
Poi, è stata l'occasione per sentire Anna, mia cugina, che abita vicinissimo all'epicentro. Un saluto, due chiacchiere, tutto bene, tutto bene...
Trovare il lato buono anche nelle cose più inquietanti mi rende una serenità che non vi so spiegare...

5 commenti:

  1. quando ho sentito questa notizia al tg ti ho pensato. meno male che non è successo niente di grave! mi ricordo che anche qui una volta c'è stata una scossa di terremoto piuttosto forte. ero seduta sul letto e tutto ad un tratto, per pochi secondi, il letto pare quasi volare e il lampadario ha iniziato a roteare furiosamente. quella sera dalla paura abbiamo dormito insieme e vestiti pronti a scappare in strada, io mamma e papà!
    :*

    RispondiElimina
  2. I miei incontri col terremoto sono stati piuttosto comici, non l'ho mai preso sul serio perché l'intensità sentiva era molto lieve. Magari per tutti fosse una comica. Risparmierebbe tutti quei morti.

    RispondiElimina
  3. qui non è successo niente, ma tra gli eventi naturali catastrofici, il terremoto con il suo suono sordo, è quello che più turba
    stamattina verso le 6 mi sono svegliata e ero in ascolto(assurdo lo so...)
    però questo è il risultato del turbamento lasciato ieri mattina...

    RispondiElimina
  4. ti ho pensata anche io...per fortuna tutto ok vedo!
    io e i terremoti non andiamo per niente d'accordo...è la mia fobia + grande.Qui il terremoto in Abruzzo si è sentito tantissimo per dire...paura allo stato puro,e per un pezzo sono stata in allerta...

    RispondiElimina
  5. beh...non paragono la scossettina di ieri mattina a quello che è successo in Abruzzo...però penso di capire e conoscere la paura che hai provato. Spero che ora la vita ti regali solo cose buone!

    RispondiElimina