martedì 19 agosto 2014

SEGNALI SUBLIMINALI, o meglio INEQUIVOCABILI.

"Ho bisogno di stimoli nuovi" mi ha detto mia cognata, mentre le facevo vedere che stavo girando i mobili nel mio studio. Il mio angolo, il mio rifugio, il mio posto di lavoro, il mio svago, il posto dove mi informo, dove divago, dove scrivo. Ecco appunto SCRIVO.
Ho girato i mobili, ho spolverato, ho riordinato libri e documenti. Ho messo alcuni libri, quelli che ho preferito, in prima fila, pensando potessero mandarmi segnali positivi. "Li guardo, sorrido, e torno a lavorare, a telefonare, a SCRIVERE." ho pensato.
Poi è arrivato il momento della scrivania. Ordinata e linda.
Poi mi è venuta la (malsana) idea di riordinare persino il Desktop del mio PC sgangherato.
Ho creato una cartella, ho selezionato 4 file word e li ho trascinati nella cartella. La stessa cosa ho fatto con la cartella, mettendola nel GDrive. Ho creato un collegamento, che poi ho spostato sul Desktop, come ho sempre fatto con tutte le altre cartelle. Sempre.
In questo caso però due file si sono volatilizzati. Persi. Introvabili. Distrutti. Cancellati.
E, pensate un po'! Il mio file più importante era uno di loro.
La mia bozza di sogno nel cassetto. Ero a buon punto. Avevo scritto molto. Avevo le idee.
Perse tutte! L'altro file, era un elenco di spunti da cui trarre idee.
Come interpretare tale cosa? Un ennesimo sogno nel cassetto distrutto, cancellato, perso, introvabile. Il mio desiderio d "fare" qualcosa di nuovo, oltre a girare i mobili dell'ufficio.
Oltre a riordinare la scrivania, a spolverare, e posizionale scampoli di vita in modo diverso, un tentativo banale di trovare stimoli nuovi. E ora cosa faccio.
Sono scoraggiata. Avevo interrotto la scrittura solo il tempo di qualche giorno, cercando di trovare il tempo per stare con la mia famiglia, ricucire qualche rapporto logoro. Ferragosto, ho pensato, è un momento in cui mezzo mondo si ferma. E non l'ho più aperto quel file. Era salvato. Era lì, sul mio desktop. Era perfetto. Un bozzolo che sarebbe divenuto crisalide e poi una magnifica farfalla, e sarebbe volata di fiore in fiore. Immaginavo. 
Cosa mi è venuto in  mente di fare pulizia sul mio desktop? E nessuno che possa aiutarmi, se non spendendo un sacco di soldi che non ho.
Non lo so, il segnale mi pare inequivocabile. Nemmeno questo è il mio percorso.
Di nuovo un sogno infranto.
Di nuovo una speranza disillusa.
Magari non l'avrebbero mai accettato, non l'avrebbero mai trovato intrigante, magari è meglio così. Non avevo poi scritto nulla di particolare...
Aspettavo il corso di scrittura creativa, per migliorare, per trovare stimoli, per venire illuminata.
Non lo so... sono scoraggiata, questo so.
Molto.
Niente che vada come deve andare. Casa. Marito. Figli. Genitori. SCRITTURA. 
Niente.
...
...
...
...e poi arriva quella notizia. Una cara donna, con una storia difficile sulle spalle e nel cuore, che decide di fare un gesto definitivo, che mi mette addosso tristezza, disperazione e impotenza.
Dalle piccole alle immense cose, io sbaglio tutto.
sono veramente scoraggiata. 


Nessun commento:

Posta un commento