domenica 22 aprile 2012

DUE DONNE, DUE AMICHE



Mai potrebbero essere più diverse e così simili.
Una va a teatro , quello serio, quello impegnato.
Una preferisce le tavolate fatte di pizza, di goliardiche chiacchiere ricche di doppi sensi e sciocche considerazioni  e pettegolezzi.
Entrambe mogli e madri, arrivate lì da percorsi diversi, da città natie diverse, da scuole diverse, da sogni simili e così lontani tra loro.
Entrambe hanno una cosa in comune, e non è la più bella, purtroppo.
La maestosa, infinita stanchezza di essere madri e mogli e essersi perse nei meandri di questi gironi perversi.
E non sentire più la voglia di esserlo, nè madri , nè mogli. Sentire di avere sbagliato tutto
E non sapere cosa fare per ritrovarsi
Forse basterebbe un viaggio.
Oppure basterebbe solo fermarsi e ricominciare il cammino solo dopo aver tirato il fiato e essersi rese conto che si è fatto un ottimo lavoro , sia come madri che come mogli.
Ricordandosi di ritagliarsi un pò più come persone, come donne, come amiche e come sorelle, magari anche come figlie.
E' duro essere donne, in ogni paese, e in ogni tempo.
Lo è di più se si è consapevoli del ruolo della donna nel contesto culturale, sociale e economico.
Mai potrebbero essere più diverse e lontane fra loro, ma mai essere vivente è così unico e speciale e indispensabile alla vita stessa

auguri , DONNE... non mollate mai... fatelo per la PRIMAVERA. Basta solo un motivo per non mollare! Fatelo per rivedere i fiori sbocciare, fatelo per incontrare uno sguardo, un sorriso...
Non mollate mai!

Doodle di Google per la GIORNATA DELLA TERRA 22.04.2012

Nessun commento:

Posta un commento