sabato 31 gennaio 2015

Una risata per seppellire un anno da dimenticare

Un anno fa nevicava, era venerdì.
Un anno fa, in un cantiere mal segnalato lungo la strada, feci parechi danni alla mia macchina.
Un anno fa, mi feci aiutare da persone molto gentili. Ero e sono incapace di cambiare una gomma, e pensavo che i danni fossero questi. Invece il danno totale sfiora i 1900€. Una cifra che pesa molto sulla mia famiglia.
Un anno fa un'impresa incauta non segnalò un cantiere adeguatamente, e ho copie di verbali ufficiali che denunciano questo fatto, ma l'impresa non paga i danni.
In quanto donna sono stata accusata di fare la furba: ho percorso alcune decine di metri dal punto del cantiere e il momento in cui mi sono resa conto dle danno.
In quanto donna, mi sento accusare anche di questo.
Un anno fa accadeva, e sto attendendo da un anno che giustizia sia fatta.Ciò che chiedo è il pagamento del danno e di ogni spesa che ho dovuto subire per l'incuria di un'impresa che non ha fatto il proprio lavoro come si deve. Se fosse successo a una persona in bicicletta, cosa sarebbe potuto accadere? Qualcosa di molto grave! O forse anche questo verrebbe archiviato dall'imrpesa come persona incauta che viaggia in bicicletta, a prescindere dal genere?
Si sta concludendo un mese pesantissimo, come lo è stato tutto il 2014.
Oggi c'è il sole, ieri è nevicato, finalmente.
Come un anno fa mio marito non c'è: week end di sci al maschile.
Ma stasera io e le mie figlie andiamo al CABABOZ STABILE 50.
E concluedrò il mese con tante risate, e con ciò metterò una pietra sopra a un anno da seppellire.
Mi piego, piango, frigno, mi dispero. Ma non mi spezzo. E il sole che brilla sulla neve fa il suo lavoro nella mia anima!
Il SOLE SULLA NEVE DEL MIO GIARDINO 31.01.2015 ( F.to Erika Zomer)
Poco fa il Dodicesimo Presidente della Repubblica Italiana è stato eletto. Sergio Mattarella, un uomo che nel corso degli anni ha lottato contro la mafia, si è messo contro Berlusconi, ha annullato la Naja, ha fatto cose buone. In silenzio. Si è sentito poco parlare di lui, forse solo nel caso del famigerato Mattarellum si è parlato un pochino id più di lui.
Comunque il mio partito, si è finalmente compattato e unito. Dimostrazione che c'è del buono!
Resta l'amaro che ancora una volta le donne sono rimaste nell'angolo. Ci Lavoreremo, ci stiamo lavorando.
NON MORIRO' DEMOCRISTIANA, NON MORIRO' prima di vedere UNA DONNA AL VERTICE DELLE ISTITUZIONI. Dopo potrò andarmene. Sicura di aver contribuito a cambiare l'Italia! Lasciando alle mie figlie un paese per donne!

Nessun commento:

Posta un commento