mercoledì 30 maggio 2012

Si chiude un muro, e SI APRONO LE PORTE

Oggi è stato tremendo: Benito con la pacherina e il martello pneumatico, e Tito con un altro martello pneumatico hanno abbattuto il muro dove sarà la MIA PORTA D'ENTRATA e iniziato a abbattere le scale interne. Un rumore tremendo, ve lo garantisco! Continuo e costante. Scuoteva la casa, che tremava spietatamente. Scuoteva l'anima e il cervello. Che lavoraccio ...













Di spalle Benito e la sua spietata pacherina che con il suo braccio abbatte la scala nel pomeriggio












Il braccio armato della pacherina gialla, che abbatte il muro.
Il buco che si crea diventerà LA MIA PORTA D'ENTRATA
















la scala a pezzi 
















Il vano della porta dove si intravede lo scheletro della scala interna
















Questo è il vano della FINESTRA DELLA MIA STANZA













La mia futura CUCINA e la sua FINESTRA immensa ,dove si vede nell'angolo in fondo il primo DIAFRAMMA CHE A SANCITO LA SEPARAZIONE e quindi LA CREAZIONE della MIA CASA



Insomma i lavori continuano, e anche se dolorosamente, si abbattono muri e se ne ergono altri. 
E pian piano il progetto sulla carta, sta diventando qualcosa di fisicamente tangibile.
E anche il mutuo in banca... 













4 commenti:

  1. La creatura che nasce pian pianino :D

    RispondiElimina
  2. Bellissimo vedere la propria casa nascere... bellissima la vista dalla finestra della tua camera... bellissimo il finestrone enorme della cucina....!!!!!

    http://ciccisnestandgarden.blogspot.it/

    RispondiElimina
  3. ho la fortuna di vivere in un paradiso, lo so!

    RispondiElimina