martedì 23 giugno 2015

Ferite

Nel bel mezzo di un momento intimo, famigliare, ecco arrivare un fulmine a ciel sereno.
E di nuovo torna tutto grigio, pesante. Il vento soffia, dirsordina tutto, i capelli, gli oggetti, le idee, i basamenti su cui costruisci i tuoi perchè.
Ci sono persone che entrano nelle famiglia altrui, per fare male, per invidia, per gelosia, per megalomania. E continuano e tornano e ritornano.Le bugie sono quelle più dolorose, che scavano nelle ferite, le infettano, le imputridiscono. 
Le bugie. Le mezze verità insinuano i dubbi.
E il respiro si accorcia, sul petto un macigno. La nausea. Tutto sempre lontano, girare a rallentatore.
Guardi l'erba del prato che cresce e non gioisci. Il ghiaccio ti chiude la bocca. Ti annoda la gola.
E guardi intorno. Cerchi i punti cardinali che sorregogno il tuo mondo.
Non ci sono.
Ci sono persone che sono nate per fare male.
Ci sono persone nate per venire ferite da queste persone.
Il perdono?
Non so se c'è.
Il dolore, la sfiducia sono troppo immensi per capire se si è in grado di andare avanti.
Ti svegli ogni giorno. Annaffi i fiori e il prato. L'erba cresce. Ma la bestia è semrpe lì, come un cancro silenzioso. Se ne esce ogni tanto, tanto per rovinare i momenti migliori. 
Tanto per continaure a fare male, tanto per continuare a ricordarti che lei è  lì. 


2 commenti:

  1. .....sono un pò senza parole....certamente esistono persone che fanno male ad altre persone e quando è il momento del dolore vacilliamo....
    credo sia importante cercare il punto cardinale dentro noi stessi.....

    RispondiElimina
  2. sto cercando di trovare i miei.... fare chiarezza nella mia testa....è dura...molto dura!

    RispondiElimina