giovedì 20 febbraio 2014

Grigiocielopiombo

Non so dove sto andando
ma oggi non è così terribile
Forse il paesaggio, grigiocielopiombo, e la luce splendida che traspare, i campi di mele e uva che sembrano congelati, ma invece stanno già muovendo ogni loro cellula, perchè loro sentono prima di me l'aria nuova, la primavera, che pare non arrivare mai, ma quest'inverno è stato clemente di temperatura, immenso di neve di montagna, parco di giornate assolate.




















Forse la cura che sta facendo un po' il suo corso.
Forse il fatto che lasciare che sia è inevitabile.
Forse perchè nuovi e vecchi interessi si accavallano, gradevolmente, anche se non sono risolutivi.
Forse perchè prendermi il tempo di scrivere
Forse vedere, rivedere, parlare, conoscere, riconoscere cose mi apre la mente, mi alleggerisce il respiro, il cuore batte più lentamente.
Forse l'appuntamento di stasera mi lascia quasi indifferente.
Forse il mio subconscio ha deciso per me.
Forse le foto davanti a me, quelle dei miei bambini da piccini, mi rasserenano con i loro occhi, i loro sorrisi, le loro gote, le loro espressioni buffe.
Forse ho fatto tutto quello che potevo
Forse non è stato sufficiente
Forse lo è stato
Ma oggi sto così.
Un pò come le foglie sui rami a novembre, un pò come le gemme in marzo.
Precaria, sempre.
Non so come, non so dove, non so quando, non so nulla.
Andrei a dormire, come gli orsi, aspettando la primavera e la rinascita che ogni anno la Natura promette e mantiene.
Ma non sono un orso, sono piuttosto un animale sociale, ho bisogno di avere intorno a me esseri simili a me.
Oggi sto così
In calma attesa, del bel tempo, del sole, di un pieno di energia, di una risposta positiva.
Calma.
sì...

e poi si vedrà, io ho fatto tutto quello che la coscienza mi indicava

Nessun commento:

Posta un commento