venerdì 7 giugno 2013

i primi caldi e certi pensieri

arriva il primo caldo
non quello africano
ma quello che ti fa apprezzare la brezza, in maniche corte, ma con il golfino a portata di mano
e subito arrivano i primi segnali antipatici: per esempio i piedi che si gonfiano e la voglia di gelato
ma arrivano anche certi pensieri
arrivano puntuali, con il caldo, con l'allungarsi delle giornate, con la voglia di far tardi la sera con gli amici
quei pensieri che la prima volta che li ho riconosciuti era il l'estate 1992, quella in cui ho dato voce alla mia libertà, quell'estate che ogni cosa e chiunque incontravo rimaneva stregato
quei pensieri che sai per certo che sono lì per farti godere della vita
quelli che ti fanno sorridere sorniona
quelli che ti fanno sospirare, un pò più spesso
quelli che ti fanno canticchiare quelle canzoncine estive, per esempio Gira l' Estate di L'Aura
quelli che ti fanno ricordare cosa significa innamorarsi, anche se sai che non ci cascherai più
quelli che ti fanno notare i dettagli, le mani i loro movimenti, la postura
quelli che ti fanno giocare e non solo virtualmente
quelli che ti fanno incrociare gli sguardi che non sono i soliti sguardi
quelli che ti fanno fare battute che sembrano lanciate da un pescatore con gli ami e le esche migliori
quelli che sai perfettamente che se dicessi solo una parola avresti le risposte che cerchi in un battibaleno
quei pensieri che vengono solo con l'estate
quelli che le persone per bene negano a se stesse e al mondo
quelle persone che poi ne fanno di ogni tipo
solo che io li esterno, i pensieri, almeno quelli
che tra il dire e il fare c'è di mezzo E IL

lasciatemi sospirare e sorridere sorniona....

Nessun commento:

Posta un commento