venerdì 24 agosto 2012

sempre io, per un pò

Lo scrivo, anzi lo urlo da tempo, sono in fase down e estremamente lunatica
Mi sono appena svegliata.
Mi hanno svegliato le due magnifiche Dj di Radio Dolomiti, la meravigliosa FRANCESCA e la strepitosa LAURA.
Bravissime, simpatiche, intelligenti e piene di vita.
Avranno pure loro i periodi o le giornate no, certamente, ma quando sono in radio sono fantastiche.
Francesca l'ho conosciuta di persona : è bellissima!
Mi manca Laura, che prima o poi conoscerò di persona, con al quale tramite Facebook ho avuto modo di "scambiare " qualche opinione e mi sono sempre divertita una sacco. Qualche volta ho pure pensato-sognato di poter lavorare in un ambiente come il loro, dove non sarà tutto rose e fiori (come ogni ambiente lavorativo), ma certamente stimolante e divertente.
Dicevo mi sono svegliata con loro, dopo una pennichella pomeridiana, durante la quale ho affogato pensieri contro le mie cognate ingrate che stimolano il razzismo-a dir poco- ( io ITALIANA per giunta trentina, e loro TEDESCHE altoatesine- non so se rendo l'idea) con il loro comportamento, ma questa è un'altra storia, di cui forse parlerò a tempo debito, dopo aver sistemato le cose e sedimentato le azioni e le parole.
Le canzoni che hanno passato in radio mentre mi stavo svegliando, mentre mi stiracchiavo accanto a Mirtilla gatta nera e felice, mi hanno provocato un pochino le corde del volume alto
Quindi avvicinatami alla radio, ho girato fino a quando si è fermata la manopolina del volume e muovendo a ritmo la testa, le spalle, i piedi e le mani tamburellavano la scrivania, me le sono ascoltate tutte
più o meno la scaletta era la seguente, interrotta solo dalla loro voci che presentavano le varie situazioni della Notte di Fiaba di Riva del Garda, a cui prima o poi parteciperò: in tutta la mia vita non l'ho mai vista e credo proprio che questo sia indegno da parte mia!
Insomma, ecco la scaletta:


Laura Pausini - Benvenuto
che mi carica di speranza e voglia di cantare


L'Aura - Gira l'estate
che mi sveglia la malizia che c'è in me


Wiz Khalifa & Snoop Dogg - Young, Wild & Free [Beyond the Video]
che mi avvicina ai miei figli


Max Pezzali - Sempre noi (feat. J-Ax - videoclip)
che mi riporta a vent'anni fa e spolvera i miei sogni a  colori, finiti in fondo al quel cassetto che mai svuoto


Novantadue rullini Kodak pieni di fotografie.
Alcuni non li abbiamo sviluppati mai,
perché non siamo mai arrivati a trentasei, trentasei, trentasei.
Serate al bar: donne, motori, Calcio, birra e Musica. Il Rock, il Rap
e la voglia d'America, il colpo di fortuna che non capita... o capita, capita.
E i nostri amici tutti a fare il tifo... "Chi l'aveva vista mai una storia così?!"
e Cisco che rideva... "...Che delirio! Cazzo avete combinato?!".
 Sempre noi, a far casino e sempre noi... tutti o nessuno, sempre noi...
senza imparare la lezione mai.
Sempre noi, senza ragione, sempre noi... solo passione, sempre noi...
senza aver spento i nostri sogni mai.
 Sempre Noi... Sempre Noi!
 E la mia Golf, con il volante MOMO® era invincibile
ed il subwoofer che sembrava esplodere.
Stivali da cowboy un po' da Renegade, Renegade, Renegade...
Il MicroTAC... un paio d'ore d'autonomia massima, i 501® a vita altissima:
ogni giornata sembrava bellissima, unica, mitica.
E Milano era più vicina, perché adesso c'era posto anche per noi
anche se a guardarci si capiva, che proprio non c'entravamo.
Sempre noi, a far casino e sempre noi... tutti o nessuno, sempre noi...
senza imparare la lezione mai.
Sempre noi, senza ragione, sempre noi... solo passione, sempre noi...
senza aver spento i nostri sogni mai.
Sempre Noi: Supereroi, Super Nintendo, Super Mario Bros.
È Austin Powers il nostro James Bond!
Sempre Noi, che del Web abbiamo visto l'alba, i nonni con la zappa,
noi col Modem-56k. Il nastro del Walkman mi dava l'energia,
riavvolto con la penna risparmiavo batteria
e quelli che credono ancora a un futuro a colori siamo sempre noi,
perché abbiamo i ricordi in bianco e nero, come il GAME BOY™.
Un battito, vent'anni son volati via in un attimo: ricordi ed emozioni
che riaffiorano, però sempre memorie poi rimangono... dormono, dormono.
E non c'è niente da rinnegare, ciò che è stato è stato, è tutto giusto così!
Però adesso bisogna andare, che di strada ce n'è ancora.
Sempre noi, a far casino e sempre noi... tutti o nessuno, sempre noi...
senza imparare la lezione mai.
Sempre noi, senza ragione, sempre noi... solo passione, sempre noi...
senza aver spento i nostri sogni mai.
Sempre Noi! Rimasti veri come il Wrestling di Antonio Inoki...
e non abbiamo lasciato morire i sogni, solo il Tamagotchi




1 commento:

  1. credo che ogni ambiente lavorativo abbia le sue magagne ma se fai qualcosa di realment stimolante forse quelle le sopporti meglio!

    RispondiElimina